CONDIVIDI

Sia, ha confessato ai fan di soffrire della sindrome di Ehlers-Danlos, una malattia che colpisce i tessuti connettivi provocando forti dolori.

“Voglio dire a chi soffre, fisicamente e emotivamente di continuare a lottare, non siete soli”.

Scrive così sui social, parlando direttamente a tutti coloro che soffrono come lei.

Il suo messaggio è di speranza, a dimostrare come sia possibile resistere e continuare a lottare anche in preda alla sofferenza che questa malattia, come altre, genera.

“Ehi, soffro di dolore cronico, un disturbo neurologico e di sindrome di Ehlers-Danlos, voglio dire a chi soffre di un qualche dolore fisico o emotivo che gli voglio bene, e che deve lottare. La vita è maledettamente dura. Il dolore demoralizzante. Ma non siete soli…”.

Sia non soffre solo della Ehlers-Danlos, causa di iperlassità articolare,  iperestensibilità cutanea e dolore cronico a livello delle articolazioni.

Soffre anche di un problema neurologico che l’ha portata ad operarsi due anni fa.
La cantante, 43 anni, aveva in passato raccontato l’alcolismo e la dipendenza da farmaci legati a un problema di salute.

Oggi, diventa più chiaro come Sia abbia assunto le sostanze di cui parlava per contrastare un dolore insopportabile.

“Sono diventata seriamente dipendente da Vicodin e ossicodone, e sono sempre stata una bevitrice, ma non sapevo di essere una alcolizzata. Ero davvero infelice come un artista e stavo diventando sempre più malata…”

Aveva detto nel corso di una vecchia intervista a Billboard.

Poi aveva festeggiato la sobrietà con un post su Twitter:

“Otto anni da sobria oggi. Posso farcela…”.

Sia, ha dimostrato così come anche le grandi star affrontino giorno per giorno i problemi di milioni di persone, tra dolori fisici e interiori e sofferenza.

Un gesto importante da parte di un personaggio molto riservato che evita sempre i riflettori e non cerca notorietà in alcun modo al di fuori della sua musica.

 

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here