CONDIVIDI

Gabriel Garko non ha certo fatto una figura encomiabile nella prima puntata del festival di Sanremo 2016. Impacciato certo, forse ancora provato per l’esplosione che ha distrutto l’abitazione in cui era alloggiato e in cui ha perso la vita la padrona di casa.

Ma non è una novità. Negli anni si è parlato molto delle sue controverse capacità attoriali, del suo essere un bambolotto, un Ken bello ma insipido, le battute ai suoi danni si sono sempre sprecate. Ma oggi non vogliamo disquisire sulle sue doti professionali, vogliamo semplicemente sottolineare che (nonostante gli ultimi gossip circa un eccesso di botox parso palese in un collegamento con Pomeriggio 5) bello è bello e scommettiamo che le signorine e le signore dell’Ariston, ma anche quelle a casa, avranno fatto fatica a resistere al suo charme.

Anche se qualcuno non la pensa così. Sì, perché i The Jackal hanno simpaticamente osato paragonarlo a nientepopodimeno che…. Enrico Papi! Idolo delle folle estimatrici del trash nostrano, Enrico è sicuramente un uomo simpatico, di aspetto piacevole sì, ma il confronto con Garko stride non poco.

A meno che il confronto non volesse premiare il conduttore. In effetti Papi, dopo un lungo ritiro dalle scene, è pronto a tornare e lo troviamo in forma più che smagliante: presto lo vedremo prendere parte alla nuova edizione di “Ballando con le stelle”, anche se qualche settimana fa giravano voci circa una sua partecipazione all’Isola dei Famosi.

image

E poi? A che altro avranno voluto alludere i TheJackaL? Probabilmente alla somiglianza data dagli occhiali, protagonisti indiscussi della serata del festival di ieri: prima Garko che ne indossa un paio molto colorato, poi i sobrissimi occhiali di Elton John e infine le “lunettes” di Maître Gims, non cedute a Carlo Conti per salvaguardare la sua privacy.

Sanremo 2016, Aldo Grasso: "Garko presenta peggio di come recita"

E Garko cosa ne dice? Non lo sappiamo, ma stasera alla prima occasione ha lanciato un occhiolino che non lascia spazio a fraintendimenti: bello sono bello (e in modo assurdo, per citare Zoolander) riconoscetemelo.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here