CONDIVIDI

“Ci sono luoghi nel nostro paese che rappresentano quanto di più alto è mai stato prodotto dal genere umano. Ci sono momenti in cui lo sguardo del mondo si rivolge ad essi. Occasioni imperdibili per mettere le più avanzate tecnologie di ripresa, cinematografica e televisiva, al servizio della storia, dell’arte, della spiritualità e della cultura”. Con queste parole viene promossa l’uscita nei cinema dall’11 al 13 aprile del film San Pietro e le Basiliche Papali di Roma 3D, la nuova produzione cinematografica firmata Sky 3D insieme al Centro Televisivo Vaticano e in collaborazione con Nexo Digital, Magnitudo Film e Sky Arte HD. Per conoscere la lista delle sale consultare il sito www.nexodigital.it.

Il film segue la scia di altre produzioni di successo, come Musei Vaticani 3D e Firenze e gli Uffizi 3D, ed è un vero e proprio tour cinematografico che porterà in tutto il mondo la straordinaria bellezza delle quattro Basiliche Papali di RomaSan Pietro, San Giovanni in Laterano, Santa Maria Maggiore, San Paolo Fuori le Mura – grazie alle più avanzate tecnologie di ripresa messe al servizio di storia, arte e cultura. Verranno ripresi punti di vista inediti degli edifici simbolo della Cristianità, nonché le opere d’arte in esse custodite. Per le riprese – durate sei mesi – sono stati utilizzati elicotteri, bracci meccanici, speciali strutture progettate per l’occasione. La potenza del 3D renderà possibile un’esperienza unica e totale, la possibilità di calarsi totalmente nel racconto e nell’arte. Lo spettatore avrà la possibilità di entrare in contatto con le opere e di immergersi in architetture e sculture rese vive, come da toccare, e immortalate da angoli inusuali, a volte inediti.

Oltre alla spettacolarità delle immagini, San Pietro e le Basiliche Papali di Roma 3D punta molto sulla potenza del racconto delle opere, affidato a quattro esperti chiamati a descrivere le Basiliche e le opere che vi sono custodite. Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani; Paolo Portoghesi, architetto di fama internazionale; Claudio Strinati, celebre storico dell’arte; Micol Forti, direttore collezione d’arte contemporanea dei Musei Vaticani, racconteranno la storia delle chiese, le opere d’arte più note, le vite di Papi e artisti – da Giotto a Bramante, da Michelangelo a Bernini – che hanno contribuito alla grandezza di questi edifici, simbolo della Cristianità. Non basta: gli interventi saranno introdotti da brani di Passeggiate Romane di Stendhal interpretati da Adriano Giannini, che farà da “fil rouge” a tutto il film. Insomma, si tratta di un’occasione assolutamente da non perdere, non solo per i cultori dell’arte, ma anche per tutti coloro che non hanno mai visitato questi edifici monumentali, patrimonio artistico dell’umanità.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here