CONDIVIDI

Uscirà nelle sale italiane il 20 maggio e vi rimarrà soltanto per un giorno Salinger (Il mistero del giovane Holden), film documentario di Shane Salerno, dedicato ad uno degli scrittori più affascinanti ed enigmatici del Novecento, J. D. Salinger ed al suo capolavoro Il Giovane Holden.

La figura di Salinger è ancora oggi avvolta dal mistero: noto per l’indole schiva e riservata, lo scrittore cercò sempre di mantenere grande riservatezza attorno alla propria vita; tale atteggiamento però non ha fatto altro che alimentare la curiosità attorno a lui, come dimostra l’enorme quantità di ricerche, indagini, biografie e articoli sul suo conto e sulla sua produzione. Shane Salerno, regista del docufilm, sembra essersi spinto ancora oltre, riuscendo a proporre un’immagine assolutamente inedita di un autore che con la propria scrittura ha influenzato le generazioni a seguire. Nel racconto non può mancare il riferimento a Il Giovane Holden(1951), eccellente esempio di romanzo di formazione.

Il film, che ha richiesto circa 6 anni di riprese ed ha coinvolto 100 intervistati, raccoglie testimonianze da vari fronti, dai commilitoni di Salinger durante la Seconda Guerra Mondiale ai familiari ed amici più intimi, fino a personaggi noti che hanno dato il proprio parere sull’autore e sul suo romanzo, tra questi Edward Norton, Martin Sheen, John Cusack e Philip Seymour Hoffman, scomparso lo scorso febbraio. Tra le interviste si trova poi quella a Mark David Chapman, che assassinò John Lennon nel 1980 ed in seguito dichiarò di aver sempre profondamente subito l’influenza de Il Giovane Holden.

In attesa di poter vedere quella che si propone come una tra le biografie più autorevoli su Salinger, ecco il trailer.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here