CONDIVIDI

Rocco Siffredi attacca Cicciolina con parole davvero cattive nei confronti delle celebre pornostar “Sul set puzzava di latte di capra”, dice Rocco.

Subito Ilona Staller risponde:”Era fulminato, sul set ne ho visti di meglio”.

Rocco torna però sui suoi passi e chiede scusa a Cicciolina, senza mancare però di aggiungere una velata critica: “Ho sbagliato e le ho chiesto la scusa, ma lei ha avuto una brutta fine”.

“Ieo ero un fan e mi masturbavo sui video di Cicciolina tutti i giorni. Io l’ho conosciuta quando era stata eletta al Parlamento e nei suoi ultimi film era a telefono tra Craxi e Pannella. Veniva sul set ed era di una freddezza autentica. Lei era l’icona autentica, ma non io non l’ho mai ritenuta una vera pornostar. Era un rapporto così, che neanche mi guarda. Quando arriva, sento quest’odore strano e Riccardo mi dice che lei si lavava con il latte di capra, perché aveva questa mania.”

Poi rocco continua: “Devo chiederle scusa come donna per quello che ho detto su di lei, purtroppo a volte mi lascio andare, ma lei non mi ha insegnato nulla”.

Poi spiega come tutta la leggenda di Cicciolina sia legata a Riccardo Schicchi, a suo avviso genio del marketing nell’industria del porno: “Era Riccardo bravo a capitalizzare le star, a farle pagare come dei diamanti”, dice Rocco.

La polemica però non cessa, soprattutto di fronte alle parole piuttosto pesanti di Rocco nei confronti di Cicciolina.

Cicciolina, appartiene infatti a una classe attoriale di un’altra epoca e di un altro livello rispetto a Rocco Siffredi, protagonista dell’era della volgarizzazione del porno e di quella che possiamo definire la vera e propria caduta, assieme alla diffusione di massa della pornografia e delle pornostar.

Per quanto noto Rocco Siffredi non può nemmeno sfiorare l’aura mitica di attrici come Cicciolina e Moana Pozzi, la sua è quindi una profonda caduta di stile.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here