CONDIVIDI

21 ottobre 2015: segnatevi questa data, perché Marty McFly e Doc potrebbero atterrare nel vostro giardino. Il prossimo anno sarà veramente speciale per gli appassionati di Ritorno al futuro, la celebre saga di Robert Zemeckis che ha fatto fare tuffi temporali epocali ai suoi protagonisti: il 2015 è infatti l’anno in cui il giovane Marty e il suo amico scienziato si recano nel futuro. Una ricorrenza da celebrare nel migliore dei modi: quest’anno sono tornati al cinema i primi due capitoli della saga, e il 24 settembre sarà la volta dell’ultimo, ambientato nel vecchio West.

Tra salti temporali, equivoci e morti sventate, ecco i 5 migliori momenti dell’intera trilogia

1-Marty suona Johnny B Good al ballo studentesco: dopo aver sostituito un chitarrista infortunato, Marty sta per andarsene. Ma la richiesta della band di esibirsi in un pezzo suo gli ricorda il suo sogno, e si cimenta con una canzone “un po’ vecchia…dalle mie parti“. Chuck Berry, cugino del chitarrista infortunato, troverà l’ispirazione proprio da qui

2-Doc, triste per la partenza di Clara, va a bere qualcosa di forte. Impiega diverse ore per mandare giù un unico bicchierino di whisky, ma la sua reazione una volta bevuto è strabiliante.

3-Uno dei problemi maggiori quando si viaggia nel tempo è non creare catastrofi storiche: che succederebbe se il continuum spazio-temporale fosse interrotto? Hill Valley si trasforma in una cittadina squallida e delinquenziale

4-E’ il motto del film: “Grande Giove, come dice Doc. Ma anche “Pesante“, come dice Marty. Alla fine i due si scambieranno persino i modi di dire: un’amicizia vera

5-Tutto parte da qui: una DeLorean modificata che funziona con il plutonio, una via di fuga che non è una semplice porta ma un portale temporale che conduce al 1955

http://www.youtube.com/watch?v=LhsUL4prqH8

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here