CONDIVIDI
tutto può succedere terza stagione

In arrivo la terza stagione di “Tutto può succedere” soap opera italiana che racconta la storia dei Ferraro, famiglia numerosa composta da quattro fratelli diversi tra di loro e dei loro figli, sia piccoli che adolescenti, circondati dagli onnipresenti nonni.

Un racconto familiare che segue amori, amicizie, tradimenti e crisi personali.

Il tema della terza stagione da oggi 5 giugno in onda su Raiplay e successivamente in prima serata su Rai1 in data 11 giugno (salvo spostamenti per le partite di calcio), è quello della crescita, del diventare grandi che vedrà come protagonisti i più giovani della famiglia.

Prodotta da Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini e Marco Chimenz per Cattleya con la collaborazione con Rai Fiction, La serie vanta 8 episodi diretti da Alessandro Casale Lucio Pellegrini.

La terza stagione mette subito in discussione un matrimonio durato ben 50 anni.

Dopo un grande furto in casa, infatti le certezze dei protagonisti crolleranno e il loro rapporto sarà messo in discussione.

Troveremo naturalmente anche nuovi volti come Giuseppe Zeno che nel ruolo di Francesco entrerà nella vita della famiglia. Nelle vesti di un fotografo con un passato difficile lo vedremo interagire con Sara.

Ecco le parole dei registi: “Raccontiamo sentimenti indissolubili che consentono di vivere gli eventi negativi della vita. Bisognava farlo emergere da situazioni di grande complessità, con scene che ricostruiscono la tragicomica confusione delle grandi famiglie”.

Cuore della vicenda sarà anche il difficile rapporto genitori figli, con una famiglia che vede le sue prime leve prendere la strada dell’autonomia mentre i più piccoli e i più anziani rimangono, o tornano nel nucleo “sicuro” nel quale le loro vicende si svolgono. Uno stile realistico che scava nell’interiorità dei personaggi e cerca di proporre davvero un racconto di famiglie italiane, in particolare quelle più grandi e numerose, dove spesso gioia, amore e odio si muovono di pari passo.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here