CONDIVIDI

Non tutti scrivono sempre la lista dei buoni propositi per il nuovo anno, ma tanti puntano a scriverla e soprattutto cercano di rispettarla. Se per alcuni si tratta solo di obiettivi da raggiungere, che magari durante il corso dell’anno vengono anche dimenticati, per altre persone invece la lista in questione diventa una sorta di vero e proprio “piano dell’anno” da seguire, che è anche importante per una propria organizzazione personale. I fini possono riguardare il proprio lavoro, ma anche scopi personali oppure di altro tipo.

 

Propositi per il nuovo anno: come fare la lista in modo giusto e soprattutto come cercare di rispettarla, senza dimenticarsene

 

I propositi per il nuovo anno, o meglio la “lista di buoni propositi” che molti scrivono, in alcuni casi non viene più seguita durante il corso dell’anno. Addirittura alcune persone se ne dimenticano dopo pochi giorni rispetto a quando l’hanno scritta. L’ideale sarebbe optare per un foglio con scritte grandi e anche colorate, in modo da non dimenticare ciò che si è appuntato, ma non solo. Per cercare sempre di rispettare il tutto, sarebbe anche opportuno controllare ripetutamente la lista, in modo da tenerla a mente e verificare durante il corso dell’anno, che si stia veramente lavorando per quegli obiettivi. Questo però non è tutto.

 

Come scrivere la lista

 

Per scrivere la lista sarebbe anche opportuno fare attenzione a cosa si desidera davvero. Occorre quindi chiedere a se stessi che cosa si vuole fare, cosa si vuole ottenere e soprattutto pensare a come fare per averlo. La lista in questione può riguardare qualsiasi ambito, ma attenzione: si deve ance ricordare che tali appunti non sono solo desideri da lasciare lì, ma si tratta di punti da dover raggiungere e quindi è necessario pensare bene a quello che si scrive. Appuntare cose del genere è importante anche per cercare di capire come organizzare il proprio lavoro.

 

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here