CONDIVIDI

Tremila cinquecento giovani provenienti da 41 nazioni (per la prima volta anche da Libano e Azerbaijan) e 160 città italiane si preparano ad invadere con la loro carica di entusiasmo le strade di Giffoni Valle Piana in occasione della 44esima edizione del Giffoni Experience che prenderà il via nella cittadina del Salernitano dal 18 al 27 luglio. Be Different. Le differenze come ricchecca. È questo il tema scelto per caratterizzare un’edizione che stupisce, ancora una volta, con il suo programma articolato e di qualità: 163 film in programma, tra concorso e fuori concorso, 4 prestigiose Masterclass (Recitazione, Sceneggiatura, Stop-Motion, Giornalismo), anteprime nazionali, concerti, e tantissime altre iniziative collaterali. Il Giffoni non è più soltanto una kermesse cinematografica ma si è trasformata in un evento unico a misura di ragazzi che coniuga arte, musica, teatro, cinema. Fiore all’occhiello non solo della Campania, ma dell’Italia intera.

“Un’emozione collettiva – così descrive l’evento Claudio Gubitosi, direttore ed ideatore del GFF – per una splendida generazione: Giffoni risponde alla disillusione con la speranza, con un dinamismo stupefacente, incubatore di idee innovative. È un miracolo quello che riesce a realizzare con fondi tre o quattro volte inferiori a manifestazioni di genere”. Il budget “limitato” non ha impedito di fare anche quest’anno le cose in grande. Avvolto nel mistero fino all’ultimo, Gubitosi ha svelato in conferenza stampa il superospite hollywoodiano di quest’anno: Richard Gere. Ma l’American Gigolò è solo l’ultimo talento che si aggiunge a una lunga lista di celebrity internazionali e nostrane che quest’anno calceranno il blue carpet del Festival.

I più attesi dai ragazzi che nei giorni scorsi hanno fatto a gara per accaparrarsi un posto ai “meet&greet”, sono Alan Rickman (il preside Severus Piton nella saga di Harry Potter), Lea Michele (star di Glee), Matt Bomer (protagonista di White Collar), Dylan O’Brien (star di Teen Wolf e della pellicola The Maze Runner – Il labirinto), Ryan Guzman e Micaela Reira ( l’erede di Violetta, nuova eroina di Disney Channel per Cata e i misteri della sfera). Tra i volti nostrani ci saranno: Luca Argentero, Cesare Bocci, Lorella Boccia, il cast della serie tv rivelazione di Rai Uno Braccialetti Rossi, Marco D’Amore (Gomorra), Isabella Ferrari, Claudia Gerini, Max Giusti, Giulia Michelini, Ferzan Özpetek, Francesco Arca, Pif, Paolo Ruffini, Sydney Sibilia, Vittorio Storaro, Giorgia Wurth, e Ornella Muti, madrina dell’edizione e attesa per l’evento di chiusura.

Ricco anche il cartellone di proiezioni. Il festival spiccherà letteralmente il volo il prossimo 18 luglio con l’anteprima di “Planes 2 – Missione antincendio” che sarà accompagnata da un’esibizione aerea acrobatica con piloti diversamente abili, e prosegue con le anteprime di altre importanti pellicole quali il drama teen “Colpa delle stelle” (22 luglio), fenomeno assoluto del botteghino americano (48 milioni di dollari solo nei primi tre giorni in sala), “Le vacanze del Piccolo Nicolas” (20 luglio) e “Step Up All In” (23 luglio), accompagnato dagli attori Ryan Guzman e Lorella Boccia e dal rapper Guè Pequeno; Non mancheranno eventi speciali come la proiezione del capolavoro del maestro nipponico Hayayo Miyazaki “Si alza il vento” (25 luglio) e una maratona Marvel che animerà la giornata del 17 luglio con i successi più amati: Iron Man – X-Men L’Inizio – Thor – Capitan America e The Avengers. Giffoni non è solo cinema ma anche musica. Sul palco del Giffoni Music Concept allestito presso lo stadio Giuseppe Troisi, si alterneranno dal 19 al 27 luglio alcuni dei più importanti nomi della musica nostrana. Si parte con il live dei Negramaro, il 19 luglio, prima tappa al sud del nuovo tour della band salentina, per poi proseguire con Giorgia (22 luglio), il vincitore di Sanremo Giovani Rocco Hunt (24 luglio), Emis Killa (26 luglio). Il 21 luglio protagonisti saranno Paola Iezzi, Deborah Iurato, JFK e la sua bella bionda, Lef e The Burlesque, mentre il 27 luglio invece saliranno sul palco gli Zero Assoluto, Giulia from above e Pink is Punk.

“I primati raggiunti negli ultimi 4 anni – spiega Claudio Gubitosi – sono il risultato di un lavoro di squadra fatto sempre con passione, amore, intuizione, leggerezza, responsabilità. E questo ci ha permesso di raggiungere un coinvolgimento quasi planetario. Alla carta geografica politica abbiamo perfino mappato la geografia culturale italiana ed internazionale”. Gli fa eco il governatore della Regione Campania Stefano Caldoro: “Questo e’ un festival partecipato e cresce in termini di qualita’ e organizzazione. Sono protagonisti i giovani, nostra grande forza. E’ una comunita’ che cresce nella nostra regione, che vive grazie al festival.”. Come per il passato, anche quest’anno infatti Giffoni coniugherà un’anima “green” a una forte apertura verso il sociale, ospitando in giuria alcuni piccoli pazienti dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma grazie ad Aura, un’organizzazione no-profit creata dal festival, e dando l’opportunità a circa 2500 ragazzi dell’area tristemente nota come “Terra dei Fuochi” di poter condividere attività, spettacoli, musica, film con le altre migliaia di ragazzi che saranno a Giffoni.

2 COMMENTI

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here