CONDIVIDI

La tragedia parigina avvenuta la notte scorsa ha scosso il mondo intero: un evento che lascerà una profonda cicatrice nella storia europea, un evento terribile che ora sta portando dolore e rabbia nei cuori delle persone. Il mondo non smette di parlare e di interrogarsi sulla strage, cercando risposte a una questione forse troppo vaga e pesante per la fragile mente umana.

Oggi è il giorno del ricordo e del dolore, stretti intorno a una meravigliosa città estremamente provata. Tra tante parole, alcune delle quali decisamente discutibili, emerge la sensibilità degli artisti, con vignette e illustrazioni create per ricordare la carneficina della scorsa notte e per dimostrare il proprio supporto alla civiltà in cui viviamo.

L’hashtag #PrayForParis è solo uno dei tanti che hanno invaso i social network, insieme ad un’ondata di solidarietà. Cosa può fare l’uomo in momenti come questi? Mettere da parte l’odio e concentrarsi su quanto può fare nel suo piccolo, continuando a credere nel bene, senza perdere la speranza e senza farsi sommergere dalla paura. E’ il giorno del dolore, oggi, ma è anche il giorno da cui si può ripartire con uno spirito nuovo, rimanendo uniti e ricordando l’importanza dell’impegno quotidiano. Non solo vignette, ma un inno alla vita e una condanna ad ogni violenza.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here