CONDIVIDI

“È l’amore che conta” lo dice Giorgia in una sua canzone famosissima, lo diciamo noi, e lo dice anche Emmanuel Macron, il capo di stato francese.
Negli ultimi tempi, tutti i giornali del mondo si sono concentrati sul presidente della Repubblica francese. Perché vi starete chiedendo.
Ma è ovvio: perché il Neoeletto capo di Stato e la sua premiere dame hanno una bella differenza d’età. Lui ha 39 anni, la sua Brigitte ne ha addirittura 64.
Macron è un politico emergente, che ha riscosso tanto consenso popolare, lei è una donna fascinosa, ex insegnante di lettere, non la donna facoltosa e ricca che ci si aspetterebbe visti tutti questi anni di differenza, ben ventiquattro anni.
La loro è una love story a tutti gli effetti, una di quelle storie che sembrano uscite da un romanzo, tanto che sta dividendo l’opinione pubblica. Anche perché quando si sono incontrati per la prima volta, Brigitte era sposata con un uomo dal quale aveva avuto già tre figli.
Tra i suoi studenti, nella scuola dove insegnava, c’era anche il giovane Emmanuel, allora sedicenne. Nonostante la notevole differenza d’età lui si innamorò follemente di lei, al punto di corteggiare la sua professoressa con passione e insistenza finché, a un certo punto, Brigitte ha deciso di lasciare marito e vecchia vita per fuggire con il suo nuovo amore. Dopo il divorzio, nel 2007, finalmente i due si sono sposati.
Col passare degli anni Emmanuel, anche grazie al suo fascino, è diventato un uomo ricco e di potere, e nonostante le mille difficoltà Brigitte gli è sempre rimasta accanto.
È davvero una storia molto romantica, e ci risulta difficile capire il perché di tutte le critiche mosse al loro rapporto, quando ve ne sono alcuni molto più discutibili, soprattutto nel mondo della politica nostrana ed extracontinentale.
In fondo quando c’è sentimento l’età non conta, conta solo l’amore.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here