CONDIVIDI

La Ville Lumiére è sempre stata acclamata dai suoi abitanti e dai turisti di tutto il mondo. Un’atmosfera magica pervade la città francese, che ad oggi continua a confermare il suo mito e ad incantare milioni di visitatori.
L’estate è tempo di viaggi e di vacanze: ma prima di partire, perché non esplorare Parigi dal punto di vista letterario, con tanti romanzi perfetti per immergersi nell’atmosfera che contraddistingue questa stupenda città?

Non si può non partire dai grandi classici come I miserabili, capolavoro di Victor Hugo che porta il lettore direttamente nell’atmosfera ottocentesca: non è certo un romanzo leggero, ma le vicende intricate sono degne dell’epoca contemporanea, sottolineando come la storia possa influire sulle vicende quotidiane. Spostandosi per la Francia, il protagonista Jean Valjean lascia una traccia storica su tanti personaggi: nel finale il lettore non può che essergli affezionato, viste le tante peripezie subite per redimersi dal suo passato di galeotto.

Per gli appassionati del genere, il commissario Maigret ha la sua base a Parigi, dove risolve i casi più vari con il suo intuito: alcuni romanzi sono velati da un po’ di malinconia, ma è sempre piacevole immergersi in una città del passato. Si può anche cercare l’abitazione del personaggio nato dalla penna di Simenon: si tratta di un appartamento al numero 132 di boulevard Richard-Lenoir.

Sempre in tema di misteri, ecco comparire anche il professor Robert Langdon, personaggio creato da Dan Brown, che ne Il codice Da Vinci compie le sue rocambolesche indagini tra le vie parigine. Un pizzico di romanticismo e una forte dose di immaginazione costituiscono gli ingredienti principali di questo romanzo, che risulta però un po’ banale se confrontato con il precedente Angeli e demoni.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here