CONDIVIDI

Paola Ferrari, mentre si trovava in vacanza al mare è stata toccata da una medusa che la ha creato problemi piuttosto seri.

La giornalista, su Instagram, ha pubblicato una foto che mostra una reazione infiammatoria molto evidente nonostante siano già passati cinque giorni.

Le ragioni potrebbero essere legate a un esemplare molto velenoso, o addirittura a un’allergia della Ferrari.

“Giorno 5 . La situazione non migliora. Mi raccomando portate sempre con voi al Mare il necessario per bloccare il veleno delle meduse. Particolarmente se avete bambini o la pelle delicata e chiara come me”.

Scrive Paola mettendo in guardia altri bagnanti che potrebbero affrontare la stessa sorte.

Ed ecco che saltano fuori diversi commenti tra i quali spicca quello della Parietti che commenta:

sono stata morsa anch’io”.

La famosa giornalista sportiva se l’è quindi dovuta vedere con il morso di una medusa molto velenosa.

Una reazione fuori dal normale quella della sua pelle.

Normalmente infatti il morso della medusa è molto leggero e si risolve in un tempo estremamente breve.

In questo caso, sembra che l’animale abbia lasciato delle bruciature molto evidenti che non accennano a passare, forse proprio per le caratteristiche cutanee della Ferrari.

Nel frattempo, l’evento, che non è poi questa tragedia, ha scatenato i follower di Paola Ferrari che fanno a gara per augurarle una pronta guarigione…

Guarisci presto. Penso sia dolorosissimo”, “Dai stai guarendo!! Sono ben definiti i cerchietti, su coraggio”, “buona guarigione”, scrivono, dimostrando l’amore che circonda questo personaggio noto per le sue trasmissioni sportive, ma cresciuto a dismisura anche grazie agli immancabili social.

Instagram è riuscito infatti a creare delle vite parallele per i personaggi noti che diventano onnipresenti nella realtà delle persone alternandosi tra media classici e social network.

Il morso della medusa non va troppo drammatizzato… sono cose che capitano e soprattutto segno di un mare pulito che dovrebbe fare piacere a Ferrari e followers.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here