CONDIVIDI
Rettore Berti Amadeus

Momenti di imbarazzo per Amadeus a Ora o Mai Più, il programma di Rai1 andato in onda lo scorso sabato sera. Il conduttore infatti, ha domandato ad Ornella Vanoni, nuovo giudice del programma, se si sentiva pronta per la nuova avventura televisiva.

La risposta che ha ricevuto però non è stata particolarmente carica di entusiasmo, anzi; la Vanoni a risposto con queste parole: “Sì, spero solo di non addormentarmi perché di solito verso le 10 e mezza ho un crollo”.

Il pubblico è subito scoppiato a ridere, mentre Amadeus e la direzione del programma sono rimasti perplessi, trovandosi in un momento di forte imbarazzo.

Ma non finisce qui, oltre alla Vanoni, arriva il commento spietato della rettore: Dopo un duetto tra Orietta Berti e Barbara Cola, la Rettore ha commentato così: “Questo è tutto ciò che odio della musica italiana”.

La Berti si è schierata con la collega, criticando subito la Rettore“Io non sono una vipera come Donatella”.

“Vipera? Sono un cobra”, ha commentato l’altra.

Un serata incandescente quella che si è trovato a gestire Amadeus. Serata che mostra un certo declino della musica italiana, con le vecchie glorie ormai attempate che cercano di tenere testa al tempo che passa e il silenzio assoluto della modernità, incapace di sfornare nemmeno un artista mediocre, nemmeno il peggiore di quello che abbiamo conosciuto fino agli anni 90.

Una crisi della musica italiana che si sente semplicemente accendendo la radio, e che mostra un deserto culturale dal quale non sarà facile rialzarsi nel settore musicale. Refrattario all’innovazione e dove purtroppo, anche chi osa, sembra scimmiottare le band internazionali per una platea di teenagers destinata a dissiparsi col passare del tempo.

Alla fine dei conti, Ora o mai più, tra commenti vari e crisi di sonno, più che divertire ha finito per metterci tristezza, facendoci tirar fuori i vecchi dischi, sognando un rinascimento musicale che tarda ad arrivare.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here