CONDIVIDI

Nigel John Stanford è uno dei musicisti neozelandesi più promettenti degli ultimi anni. Artista sperimentale della corrente ambient e new age in un video – che noi di Blog di Cultura vi mostriamo in fondo al post – racconta cosa rappresenta secondo il suo punto di vista l’arte della “Cinematica“. Esperto suonatore di pianoforte e batteria, Nigel John Stanford spiega che l’a Cinematica è una vera e propria arte in bilico fra scienza e musica.

tesla_spark_1

Stanford ha spiegato che lo studio di questa scienza di confine, che si occupa di creare una rappresentazione grafica delle onde sonore, è nato nel 1999 dopo la visione di un documentario intitolato Synesthesia. Questo nome piuttosto strambo e dal significato anomalo, in realtà rappresenta una patologia che colpisce le funzioni visive e uditive del cervello. Le persone affette da questo disturbo sentono un suono quando vedono colori accesi, o vedono un colore quando sentono diversi suoni. “Io non soffro di questo disturbo” – spiega l’artista- ” ma ho sempre percepito i bassi con il rosso e gli acuti con il bianco“. Questo studio quindi ha fatto pensare a Nigel Stanford che sarebbe bello creare un video musicale in cui ad un suono sia associato un elemento visivo.

Non è stato certo un lavoro facile per l’eclettico artista, dato che ha impiegato molto tempo per trovare gli strumenti necessari, eppure in appena due giorni è riuscito a portare a termine le riprese del video. Per creare tutti gli effetti ottici presenti nel video, ha dovuto provare frequenze e timbri molto strani per raggiungere gli effetti visivi che desiderava. Noi siamo rimasti piacevolmente colpiti da questo esperimento ed ora vi mostriamo il video che, da quando è stato diffuso in rete, è diventato un piccolo fenomeno per tutti gli artisti hipster in cerca di qualcosa di nuovo e stimolante.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here