CONDIVIDI

Si è spento oggi a Teheran, sua città natale, Abbas Kiarostami, uno dei più importanti registi iraniani di sempre. Il cineasta, come riportato dall’agenzia ISNA, era affetto da cancro gastrointestinale, diagnosticatogli lo scorso marzo. Vane le varie operazioni a cui Kiarostami si era sottoposto, tra cui una a Parigi.

Nato come pittore a Teheran, gli esordi di Kiarostami dietro la macchina da presa hanno a che fare con degli spot per la tv iraniana alla fine degli anni ’60. L’esordio sul grande schermo avviene nel 1974 con Il viaggiatore. Da lì in poi, altri 17 lungometraggi, fino all’ultimo, datato 2012, intitolato Qualcuno da amare.

Il riconoscimento principale per la sua quarantennale carriera, il cineasta iraniano lo riceve nel 1997, quando viene premiato con la Palma d’oro a Cannes per il film Il sapore della ciliegia.

Aveva detto di lui Jean-Luc Godard, emblema della nouvelle vague: “Il cinema nasce con David Wark Griffith e finisce con Abbas Kiarostami“.

[Foto: The Guardian]

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here