CONDIVIDI
rolls Royce Lauro

Morgan si schiera con Achille Lauro, con i quale ha duettato sulle note di Rolls Royce, regalando una incredibile interpretazione punk, mai vista prima al Festival di Sanremo.

La canzone di Lauro è accusata di inneggiare all’ecstasy, droga di cui alcune pastiglie sarebbero caratterizzate proprio dal simbolo delle due R.

Morgan però non ci sta, e difende il suo collega

«Vorrei che si parlasse di droga con l’intento di aiutare i drogati cercando di risolvere il loro problema. Sai come si fa a risolverlo il problema? Facendo sentire i drogati compresi, aiutandoli, non giudicandoli. Facendoli crescere. Non così», lo incalza Chiambretti, e  Morgan scoppia: «Amy Winehouse è morta di infarto, che c’entra la droga? L’ha mai vista drogarsi? Dire queste cose è come dire che Prodi rubava».

Poi aggiunge una nota riguardo ai giornalisti: «A loro la mia canzone, quella mia e di Antonio Lauro, cioè volevo dire Achille, è piaciuta tanto. Non gli è piaciuto Il Volo perché sono un po’ antiquati.»

Parole che scatenano le difese di Cristiano Malgioglio, in questo caso schierato con i tre del Il Volo: «Questi ragazzi hanno un successo mondiale e portano il melodramma nella canzone nel mondo», spiega Cristiano. «Sono tre giovani dall’invecchiamento precoce», e scoppia a ridere in trasmissione.

«Io mi incazzo quando vedo del bullismo contro tre ragazzi bravissimi. Sono gli unici che arrivano lontano, le altre canzoni arrivano fino a Ventimiglia e poi tornano indietro», così controbatte Malgioglio.

Un Festival che ha diviso molto il mondo della musica, e che ha mostrato  (finalmente ndr.) i limiti della musica italiana, che deve forse guardare ben oltre Mahmood e Il Volo, e rendersi conto di quanto poco abbia dato al mondo negli ultimi trent’anni.

Adesso, torniamo a rimpiangere Battisti e gli altri, in attesa che qualcuno, senza copiare il passato e senza inseguire le mode del momento, porti davvero qualcosa di nuovo e di profondo nel panorama musicale nazionale.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here