CONDIVIDI

Come sempre l’estate è periodo di vacanze per alcuni, e di lavoro per altri.

Di certo se il tuo nome è Michele Placido il tempo per fare vacanza è davvero poco, ma non si può vivere di solo lavoro.

Mentre la sua agenda è fitta di impegni, tra rassegne di teatro e festival cinematografici, il regista e attore si ritaglia qualche ora di tranquillità in spiaggia sul litorale laziale accanto alla moglie, molto più giovane, avendo trentotto anni in meno di lui, Federica Vincenti.

La coppia non passa inosservata, merito del look di Placido, che indossa un basco e del colore e taglio dei capelli della sua compagna, che lavora come produttrice teatrale.

La stravaganza accomuna i due artisti: «Federica vede la vita in modo simile al mio – racconta l’attore di Ascoli Satriano – Suona il pianoforte, ama la poesia e si occupa di teatro».

E poi continua: «È determinata e positiva. Per me, che sono un istintivo nella vita e al lavoro, è la donna giusta, la guida ideale».

Sempre attivo, è pronto a cimentarsi con nuove sfide.

In questo periodo Michele Placido è alla ricerca degli attori giusti per mettere in scena lo spettacolo: Sei Personaggi in Cerca di Autore, la celebre commedia di Luigi Pirandello che il 17 ottobre inaugura la nuova stagione del Teatro Stabile di Catania.

Per l’attore non si può minimamente immaginare la pensione, non ne vuole sentire affatto parlare.

A mantenerlo sempre così attivo  ci pensa Gabriele, il figlio che Michele ha avuto con la sua compagna dieci anni fa: «È grazie a lui che mi tengo in forma: tre volte la settimana giochiamo a calcio a Villa Borghese. Faccio il giovanotto per amore!» confessa il regista, che è padre e nonno felice.

Perché la felicità arriva sempre, ad ogni età, è lui ne è la dimostrazione.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here