CONDIVIDI

Marco Bianchi ha fatto coming out, raccontando il momento in cui, spiegando la situazione alla moglie Veruska, ha dato inizio alla sua nuova vita.

Lo chef ha vissuto un periodo molto lungo e complesso che lo porta finalmente a sorridere al fianco di Luca Guidara,  influencer di Instagram.

Eccolo che racconta:

“Sono stato un bambino e un adolescente cicciottello e chiusissimo e perciò bullizzato, che sentiva la confusione di provare affetto per dei maschietti, ma non erano cose di cui si poteva discutere in una famiglia fortemente cattolica, priva di strumenti, in una periferia di Milano, e che forse sentiva di avere in casa un Marco gay”.

Dopo il matrimonio e la nascita della figlia, Marco ha deciso di confessare alla moglie di essere gay.

Uno shock per la donna ma anche un atto di correttezza e di verità.

“Una sera, mentre la bimba dormiva, le ho detto “sono omosessuale, lo sono sempre stato, però solo ora ho capito che sto bene con te ma come amico, perché quello che va oltre, probabilmente, è con un uomo”.

“Mi ha abbracciato forte. Era un sogno di vita che si frantumava. È stato un momento in modalità terremoto, come quando hai costruito per anni e tutto, di colpo, viene raso al suolo ed è in polvere. Io mi sentivo in colpa, ma oggi so di aver fatto la scelta giusta”.

Marco ha deciso di dire la verità anche alla figlia, senza creare altre vite fittizie.

“Ci siamo consultati con il pediatra, le maestre, la psicologa. Poi, le ho raccontato la verità. Le ho spiegato: “Io voglio tanto bene a mamma e sei nata tu, ma ho scoperto che il mio cuore batte più forte con Luca accanto. Prima, batteva forte, ora batte a mille”. Lei è una bimba straordinaria, solare, e l’ha accettato con naturalezza. Dopo un primo incontro finto-causale con lui, l’ha visto per un gelato, una pizza e, ora, è il “suo” Luca. E, ora, io so che una seconda vita esiste”.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here