CONDIVIDI

Esther Honig ha fatto una foto senza alcuna correzione e l’ha mandata a 40 fotografi di 25 paesi del mondo chiedendo loro: “rendimi bella”.
La grande operazione realizzata a livello globale a colpi di Photoshop nell’ambito del progetto “Before and After” fa riflettere su quanto il concetto di “bello” sia relativo e variabile attraverso le culture. Trattati di filosofia non avrebbero reso meglio il messaggio.

Photoshop ci permette di raggiungere standard di bellezza molto alti, ma quando li confrontiamo con quelli degli altri paesi ci rendiamo conto di quanto siano illusori”, ha dichiarato Esther.

Ecco alcune delle interpretazioni della bellezza del volto di Esther che hanno fatto il giro del mondo.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here