CONDIVIDI

Derive Approdi Edizioni, Edizioni Alegre, Due punti Edizioni e Elèuthera Editrice si danno la mano nell’iniziativa Macero No, per opporsi ad un mercato editoriale che favorisce le grandi catene di produzione, a scapito degli spazi autogestisti e degli editori indipendenti.
Un presidio a tutela della bibliodiversità, contro il fenomeno di omologazione culturale che ha preso piede in Italia già da un trentennio e per cui le librerie indipendenti rischiano di essere completamente assorbite dai grandi gruppi editoriali.

Le attività commerciali libere si trovano infatti a fare i conti con sbocchi distributivi sempre minori e quindi con un accumulo di testi in giacenza, i cui costi di gestione sono difficili da sostenere. Ecco che la macerazione sembra profilarsi come soluzione unica di smaltimento: un drammatico massacro culturale, con caterve di libri sacrificati sull’are dell’utile e del profitto.

Ma i librai indipendenti dicono No! E la loro resistenza prende forma in un progetto ben definito: rivendere i volumi a prezzi scontatissimi (tre euro) nel corso di eventi organizzati a tal fine proprio negli spazi autogestiti, evitando l’ecatombe. L’iniziativa è in corso a Genova, Torino e Marghera ma molte altre sono le tappe e gli incontri programmati, tutti segnalati dalla fan page di Facebook che segue l’iniziativa.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here