CONDIVIDI

Il linguaggio giornalistico del web può costituire una nuova varietà di italiano? In questa sede si intende semplicemente approfondire questa tematica particolare, che nel corso degli anni e in particolare dall’avvento di Internet ha posto diversi quesiti. Con il passare degli anni, e in particolare durante gli anni Duemila, il linguaggio del giornalismo online si è modificato più e più volte. Questo però non basta per indicarlo come vera e propria lingua settoriale, né per bollarlo come nuova varietà di italiano. Per rispondere infatti alla domanda posta precedentemente, occorrerebbe svolgere degli studi approfonditi.

 

Il linguaggio giornalistico del web: cosa si intende

 

Prima di chiedersi se il linguaggio giornalistico del web possa essere definito come “varietà d’italiano” a sé stante oppure come linguaggio settoriale, è opportuno chiarire cosa si intende con l’espressione citata. In questo caso infatti non si indicano solo gli scritti dei professionisti che vengono pubblicati online, ma in particolare anche di coloro che scrivono testi giornalistici come freelancer. In più si possono comprendere testi di diverse argomentazioni e qui la possibilità di dare una risposta alla domanda posta all’inizio, si complica. Quando si scrivono articoli riguardanti settori differenti, si usano anche termini appartenenti a linguaggi settoriali diversi. Questo però non è tutto.

 

L’evoluzione

 

Quando si apre il discorso riguardante il linguaggio del giornalismo online, si apre un campo vastissimo, che in realtà ha subìto una serie di modifiche anche importanti, nel corso degli ultimi dieci anni. La comunicazione infatti si è spostata sempre di più verso un intento diretto, che mira ad informare il lettore eliminando ogni possibile locuzione di troppo oppure giri di parole che possano rallentare la lettura. Il web è il mondo della velocità e le news devono arrivare immediatamente, riuscendo a stupire, ma nello stesso tempo ad informare. Di conseguenza, gli articoli giornalistici presenti online mirano proprio a seguire lo scopo appena descritto.

Senza dubbio il loro linguaggio diventa settoriale, perché il modo in cui si scrive non fa parte della varietà d’italiano tipica di un dialogo, né di una forma letteraria ufficiale come ad esempio un atto notarile. Nonostante questo, il linguaggio giornalistico del web si apre in una miriade di varianti che avrebbero bisogno di una sede molto più ampia per poter essere analizzate una ad una, fino ad arrivare ad una conclusione più precisa, e ricca di dimostrazioni. Per rispondere alla domanda iniziale però si può rimanere su una conferma del fatto che il linguaggio in questione è settoriale, anche se al suo interno comprende innumerevoli altre sfaccettature.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here