CONDIVIDI

28 anni di carriera alle spalle, 10 album da solista pubblicati, tour su tour, dischi di platino e vincitore di Sanremo ’05, Francesco Renga è un cantante dalle straordinarie doti canore e dal riconosciuto talento.

La sua carriera da cantante si apre nell’86 nei Timoria, esperienza che lo porterà a crescere vocalmente e a fare i conti con la corposità e la potenza della sua voce per i tredici anni successivi. E’ nel 1997 che Renga si separa dalla band per dei dissapori e inizia la sua scalata verso il successo da cantante solista. La strada è in salita, con più partecipazioni a diverse edizioni del Festival di Sanremo il cantante ha dato prova della sua abilità vocale avanti al numerosissimo pubblico italiano.

Francesco Renga con una voce corposa e potente, con le acrobazie vocali e le parole che canta riesce a toccare le corde del cuore e noi di Blog di Cultura abbiamo provato a vincere una sfida: stilare una classifica delle 10 canzoni più belle di Francesco Renga.

Era una vita che ti stavo aspettando

Un testo e una melodia, accompagnati dalla profonda voce di Renga, sprigionano amore. E’ cantato quell’amore forte, quello che va al di là di tutto, è quell’amore che coinvolge anche l’anima: ” Perché non solo sei bellissima,
ma la più bella del mondo. Mentre ti guardo sognare io penso: era una vita che ti stavo aspettando
.”

Il mio giorno più bello del mondo

Quante volte avremmo detto con fermezza che tra noi era finita, da domani ricomincia un’altra vita tranne poi tornare dove siamo stati sempre certi di trovarci“: Francesco Renga canta una storia d’amore tormentata, fatta di tira e molla, fatta di una forte attrazione e la ragione li spinge ad allontanarsi, come se fossero due poli uguali di una calamita che si respingono. Ma nonostante tutto, lei ha donato a un lui il suo giorno più bello del mondo, è quel sorriso che nasce all’improvviso perdendosi nei ricordi.

Ci sarai

10 anni fa Renga cantantava Ci sarai, primo estratto di Camere con vista, terzo album da solista. Il cantante dichiara che con questa canzone esprime il timore di perdere la felicità nel momento stesso in cui la si raggiunge. Dimmi che tu ci sarai quando il tempo su di noi avrà ormai lasciato segni che non vuoi

Raccontami

E’ la canzone che porta Francesco Renga direttamente alla scalata verso il successo. E’ la canzone che presenta al Festival di Sanremo nella categoria “nuove proposte” nel lontano 2001. E’ una storia d’amore che nasce ma che poi con il tempo si spezza, lui la ama ma qualcosa li porta ad allontanarsi l’uno dall’altra, è una realtà che lui non riesce ad accettare quando canta “Piove già, non ho più domande e poi ora è tardi, ci sentiamo più avanti se vuoi. Amore dove sei? sembra impossibile

Meravigliosa (la luna)

Ritmo fresco e orecchiabile che Francesco Renga dichiara sia nato da un giro di pianoforte e registrato su un registratore domestico per evitare di dimenticare. “Meravigliosa, adesso voglio solo te meravigliosa.Amore per fortuna ho te ho solo te. Ho capito adesso che la luna non si lascia prendere. Guardo in faccia la realtà
sai di un altro e adesso che si fa?
“. La luna sembra essere metafora di una lei che sfugge da un lui, non si lascia prendere, finchè lui non si arrende, nonostante il dolore.

La tua bellezza

Il tema della bellezza in un momento di tristezza sconfortante, di paura e disagio come quello che il Paese sta attraversando deve essere per un artista la priorità. La bellezza che racconto in questo brano è improvvisa, furiosa e inaspettata che va colta ad ogni costo anche se può ferire o confondere, così parla Renga a proposito di questa canzone.

Angelo

Angelo è la canzone che lo porta ad essere vincitore assoluto del Festival di Sanremo nel 2005. E’ la canzone scritta con amore per la piccola Jolanda, la bimba avuta dalla compagna Ambra Angiolini e nata poco prima del festival. Una dolcissima melodia e amorevoli parole fanno emozionare il grande pubblico tanto che fanno arrivare la canzone in testa alle classifiche del momento. Il neo-papà si rivolge ad un Angelo, lo prega perchè protegga la bimba :”Angelo, prenditi cura di lei: lei non sa vedere al di la di quello che da e l’ingenuità è parte di lei che è parte di me“.

Un’ora in più

Renga sembra che parli di un’attrazione che non sia solo elettiva ma anche fisica, due corpi che si cercano ma lui teme possa svanire tutto questo e chiede solo un’ora in più e canta “Tu che sei sempre stata mia, un’idea che non va via e respirare il tuo profumo amaro come noi, amore che non sai me lo regalerai un’ultima volta prima che svanisca“.

Dove il mondo non c’è più

Dove il mondo non c’è più è il primo brano scritto dal cantante del cd Tracce, nel lontano 2002. Parlando di questa canzone Francesco spiega che racconta di un uomo che sogna di volare, intendendo il volo come fuga dalla realtà. Dunque un tema sentito un pò da tutti.

Un giorno bellissimo

E’ un giorno bellissimo, bellissimo per stare insieme. E’ un giorno bellissimo, per continuare ad inventare la vita insieme a te“. Francesco Renga scrive una canzone in vista del suo matrimonio con Ambra Angolini, un giorno bellissimo, appunto, a cui ha voluto dedicare una canzone d’amore che esprime la gioia e la felicità provata dal cantante.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here