CONDIVIDI
Julian assange

Julian Assange, fondatore di Wikileaks, considerato un eroe della libertà di informazione e paladino della trasparenza totale nel mondo dell’informazione e dei governi è stato arrestato all’interno dell’ambasciata dell’Ecuador nel corso di un’operazione di polizia che sembra violare ogni legge internazionale, diritti umani e trattati.

Assange è stato infatti portato fuori con la forza da poliziotti inglesi mentre si trovava all’interno dell’ambasciata.

J’accuse di Assange stesso commenta: “Il Regno Unito non ha civiltà”.

Un testimone ha descritto Assange come “disorientato, non avendo visto la luce del giorno per oltre sei anni”. “Portarlo via così è stato crudele”.

Wikileaks invece accusa i grandi poteri internazionali, in particolare USA: “Cia e altri poteri contro di lui”.

L’associazione accusa gli Uk di aver “revocato illegalmente l’asilo in violazione del diritto internazionale”.

Assange prsegue poi Wikileaks: “è un figlio, un padre, un fratello. Ha vinto decine di premi di giornalismo ed è stato nominato per il Nobel per la pace dal 2010. Ma attori potenti, inclusa la Cia, sono impegnati in uno sforzo sofisticato per disumanizzarlo, delegittimarlo e imprigionarlo”.

Interviene anche il Cremlino che commenta: “che i suoi diritti vengano rispettati”; “la mano della democrazia strangola la libertà”.

Interviene anche Di Stefano: “L’Italia vi guarda, libertà per Assange”.

Il sottosegretario agli esteri Manlio Di Stefano si schiera con Julian Assange: “L’arresto di Assange, dopo 7 anni di ingiusta privazione di libertà e una inquietante manifestazione di insofferenza verso chi promuove trasparenza e libertà come Wikileaks. Amici britannici, il mondo vi guarda, l’Italia vi guarda. Libertà per Assange”.

Una situazione molto grave quella che si è venuta a creare e che sta scatenando proteste in tutto il mondo.

Naturalmente il web non manca di supportare quello che viene visto da sempre come un paladino dei diritti e della libertà di donne e uomini.

Il processo a Julian Assange potrebbe diventare uno degli eventi mediatici più seguiti della storia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here