CONDIVIDI
J.K. Rowling

Trepidante e piena di aspettative era l’attesa che precedeva l’uscita di ogni nuovo romanzo della saga di Harry Potter. E oggi come allora, l’ebbrezza dell’attesa torna a farsi sentire. Joanne Rowling, più conosciuta in tutto il mondo come J.K. Rowling, il 31 luglio 2015 festeggia 50 anni. I fan, che hanno amato ogni sua parola scritta e ogni sua intervista pubblicata, sono in attesa di poter celebrare, con l’ideatrice del piccolo maghetto più famoso del mondo, questa data importante.

Nel 2011, poco dopo l’uscita dell’ultimo film della saga, è stata inserita da Forbes tra le donne più ricche del Regno Unito, considerando oltre 400 milioni di copie vendute dei suoi sette romanzi e una saga costituita da ben otto film, decretando uno dei maggiori incassi della storia. J.K. Rowling, come annunciato in qualche intervista, si sta dedicando alla stesura di un nuovo libro ma il mondo intero aspetta che torni a prendere forma, tra le pagine di un nuovo romanzo, l’avventura del maghetto dagli occhi verdi.

J.K. Rowling

Dopo aver frequentato l’università, la scrittrice britannica si trasferì a Londra per lavorare per Amnesty International e, durante i quotidiani viaggi in treno, prese vita il personaggio di Harry Potter e poi a seguire gli amici Hermione e Ron, il Poltergeist Pix e il Mezzo-Gigante buono Hagrid. Fu durante le pause pranzo dall’impiego di ricercatrice e segretaria bilingue che mise per iscritto il suo primo romanzo, “Harry Potter e la pietra filosofale”. Eventi, personaggi e scenari furono intrecciati abilmente. Fresca di studi, la giovane Rowling si trasferì in Portogallo ad Oporto dove sposò un giornalista nel 1992 e da lui ebbe la sua prima figlia. Ma la parentesi portoghese fu disastrata dal divorzio con il marito e da numerosi problemi finanziari: senza lavoro e con una figlia a suo carico, attraversò uno dei momenti peggiori.

Fu durante le lunghe camminate con la piccola Jessica che Joanne riprese a scrivere nel pub del cognato ad Edinburgo il suo romanzo, come una cura alla depressione della profonda crisi che stava vivendo. Ogni cosa sembrava andare storta e non credeva più di poter essere di nuovo felice. Da quelle tristi passeggiate in quel momento buio della sua vita, J.K. Rowling diede vita alla figura dei Dissennatori, “creature che risucchiano la pace, la speranza e la felicità dall’aria che li circonda”. Fu così che nel 1995 terminò la stesura della sua opera prima e dopo diversi tentativi malriusciti di far pubblicare il suo romanzo, Christopher Little divenne il suo agente. Però, l’opera venne rifiutata perché considerata troppo lunga.

j.K. Rowling

Nel 1997 finalmente una piccola casa editrice, la Bloomsbury, accettò di pubblicare il manoscritto, dando inconsapevolmente concretezza all’evento letterario più importante degli ultimi due decenni. Joanne, sotto richiesta della casa editrice, scelse uno pseudonimo come firma per il suo romanzo. Poco dopo la pubblicazione, il successo di “Harry Potter e la pietra filosofale” arrivò e superò di gran lunga le aspettative della mano creatrice. La notizia che, una donna inesperta e sconosciuta nell’ambito della letteratura e nel mondo dell’editoria del XI secolo raccogliesse un consenso generale di un pubblico di lettori di ogni età, fece il giro del mondo. La sua prima avventura editoriale, alimentata dal fenomeno che stava prendendo forma, divenne anche la sua esperienza più redditizia ed importante.

I diritti americani del primo romanzo della J.K. Rowling, furono comprati ad un prezzo molto alto dalla Scholastic, tenendo conto del fatto che Harry Potter era targato come libro per bambini. Il successo fu tale da richiedere un’intera saga: come è ben noto, al primo romanzo ne seguirono altri sei. A conclusione del lungo lavoro di stesura, rifinitura e pubblicazione di tutti i romanzi, nel 2007 il Telegraph indicò “Harry Potter e i Doni della Morte”, ultimo romanzo potteriano dell’autrice, come una “pietra miliare dell’ultimo decennio”, premiando il settimo capitolo della saga del maghetto come uno tra i capolavori migliori dell’editoria tra il 1999 e il 2009.

J.K. Rowling

Il 23 giugno 2011 J.K. Rowling ha dichiarato ufficialmente il lancio di un sito dedicato alla saga che ha visto crescere generazioni di ragazzi: il website Pottermore, considerato come l’opportunità di continuare a far vivere la saga conoscendo e scoprendo con una lettura on-line tutti i segreti dei libri di Harry Potter, è stato ufficialmente aperto a tutti solamente il 14 aprile 2012.
I bambini che hanno seguito le avventure di Harry Potter sono ormai cresciuti ma milioni sono gli utenti che si iscrivono al sito ufficiale della Rowling con l’idea seppur utopica di poter continuare a rivivere nel magico mondo di Hogwarts. Non resta che ringraziare e augurare buon compleanno a Joanne Rowling!

J.K. Rowling

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here