CONDIVIDI

Un weekend positivo per gli incassi italiani, in salita rispetto al weekend precedente, ma anche rispetto all’anno scorso. Merito de I Guardiani Della Galassia, nuovo film targato Marvel, che in patria ha stracciato tutti, risultando il film più visto dell’anno (più di 320 milioni di dollari). In Italia ha incassato, durante i suoi primi cinque giorni di programmazione (è uscito mercoledì), ben 2,6 milioni di euro, una partenza in linea con quella di altri film Marvel. Considerando il passaparola, potrebbe raggiungere tranquillamente gli 8 milioni.

Incassi del weekend: boom I Guardiani della Galassia

Seconda posizione sorprendente per Il Giovane Favoloso, film biografico su Leopardi, diretto da Mario Martone e interpretato da un grandissimo Elio Germano. Il film aveva già sorpreso lo scorso weekend, con la seconda posizione e ottimi incassi, nonostante il numero limitato di sale. Questo weekend ha confermato la medaglia d’argento, sbaragliando attese new entry, ma ha fatto segnare un incremento degli incassi e la migliore media per sala della top 10. Nel weekend ha raccolto 1,2 milioni di euro circa e il totale è giunto a 2,7 milioni di euro: potrebbe anche spingersi ai 5 milioni di euro.

Incassi del weekend: boom I Guardiani della Galassia

Terza posizione per un’altra new entry, la commedia italiana Soap Opera, film d’apertura al Festival di Roma. La pellicola di Alessandro Genovese ha raccolto poco più di un milione di euro. Quarta posizione per l’ex leader della classifica, Vincenzo Salemme e il suo E Fuori Nevica, che porta a casa altri 950 mila euro, per un totale, positivo, che sfiora i 3 milioni di euro.

Incassi del weekend: boom I Guardiani della Galassia

Altra new entry al quinto posto: si tratta di The Judge, film con Robert Downey Jr. e Robert Duvall. Il film è cresciuto molto durante il weekend, segno di un buon passaparola, incassando, nei suoi primi quattro giorni, circa 850 mila euro.

Incassi del weekend: boom I Guardiani della Galassia

Da segnalare, fuori dalla top ten, l’undicesimo posto di Boyhood, acclamatissimo film di Richard Linklater, strafavorito per gli Oscar, primo ad essere stato girato in 10 anni con gli stessi attori, e il tredicesimo posto di Buoni a Nulla di Gianni Di Gregorio. Entrambi godranno di un ottimo passaparola, quindi vivranno a lungo nelle nostre sale.

Da segnalare l’ottima performance al botteghino italiano di Lucy, da più di un mese in sala, che ha sbalordito con più di 7 milioni di euro incassati, e la pessima performance di Paolo Ruffini e il suo Tutto Molto Bello che, con 1,6 milioni di euro incassati, non ha replicato i 5 di Fuga di Cervelli, segno di un pessimo riscontro qualitativo.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here