CONDIVIDI

Il 2015 è partito nel migliore dei modi per quanto concerne gli incassi. Lo dimostra l’incremento del 18% rispetto all’anno precedente. Merito di una programmazione diversificata, che accontenta molti palati.

A conquistare la prima posizione questo weekend è Exodus – Dei e Re, film biblico di Ridley Scott con Christian Bale, autentico flop in patria, che in Italia replica gli incassi di Noah: 2,6 milioni di euro, grazie anche al sovrapprezzo del 3D, nei primi quattro giorni. Noah arrivò quasi agli 8 milioni: crediamo che Exodus si fermerà poco prima.

Incassi del weekend, Exodus in testa

Abbandona la vetta ma continua a far registrare incassi stellari American Sniper, film di Clint Eastwood, nominato a 6 premi Oscar. Il film con Bradley Cooper protagonista ha messo in tasca, al suo terzo weekend, altri 2,2 milioni di euro, per un totale che ha già raggiunto i 15,4 milioni. Mai un film di Clint o di Bradley Cooper aveva raggiunto tali cifre. Sembrano briciole i 9 milioni di Gran Torino di fronte a questo mostruoso totale, che chissà dove si spingerà.

Ottimo quanto stanno facendo registrare i film candidati agli Oscar. The Imitation Game, film sulla vita di Alan Turing, anche esso al terzo weekend, si posiziona al quinto posto con altri 1,2 milioni incassati (5,5 milioni totali), ma la sorpresa del weekend è La Teoria del Tutto, film sulla vita di Stephen Hawkings e la moglie Jane, che si posiziona terzo, con una media per sala fantastica, con 1,3 milioni di euro incassati nel weekend. Il passaparola aiuterà a far lievitare ancora di più gli incassi.

Incassi del weekend, Exodus in testa

Per quanto riguarda il resto della classifica, Alessandro Siani e il suo Si Accettano Miracoli si posizionano quarti (1,3 milioni nel weekend, 14,3 milioni totali, pareggio con Il Principe Abusivo), mentre deludono le nuove entrate Asterix e il Regno degli Dei (sesto, circa 650000 euro), Italo (nono, 363000 euro) e Hungry Hearts (undicesimo, 230000 euro).

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here