CONDIVIDI

Manca poco meno di una settimana alla fatidica data dei Golden Globe 2015, fissata per l’11 Gennaio (12 notte in Italia). Tutti i preparativi sono quasi terminati per uno degli appuntamenti più attesi da tutti gli amanti della settima arte.
Per il terzo anno consecutivo, Tina Fay e Amy Poehler, dopo il successo delle ultime due edizioni, tornano a condurre la serata che, come da tradizione, si svolgerà al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills.

La scorsa edizione, ricordiamolo, nella categoria che andremo ad analizzare vinse, molto prevedibilmente, la bionda Cate Blanchett, per l’interpretazione in Blue Jasmine di Woody Allen.
Quest’anno, invece, pare che il livello delle interpretazioni della cinquina candidata nella categoria “Migliore attrice protagonista (Drama)” sia molto più livellato, per cui fare dei pronostici risulta ben più arduo.

Partiamo, dunque, con la rassegna delle candidate ai Golden Globe 2015:

Julianne Moore – Still Alice

Julianne Moore - Still Alice

La favorita della cinquina è sicuramente Julianne Moore. In oltre 25 anni di carriera la bella attrice statunitense ha dispensato grandi prove attoriali. Di certo non è una novellina ai Golden Globe, avendo infatti ricevuto ben 8 nomination, senza mai, finora, vincere.
Tuttavia, crediamo che questa serie di nomination, con l’interpretazione in Still Alice, sarà brillantemente interrotta.
In questo film, la Moore è una donna di successo: dottoressa, insegna ad Harvard ed ha una famiglia splendida. Ciò nonostante, poco a poco, questa vita idilliaca verrà duramente stroncata dall’acuirsi di una forma molto precoce di Alzheimer. L’interpretazione è molto toccante, saprà arrivare al cuore e commuovere.

Rosamund Pike – L’amore bugiardo

Rosamund Pike - Gone Girl - L'amore bugiardo

Una delle piacevoli sorprese che il 2014 ha regalato è sicuramente la rinascita artistica di Rosamund Pike, scrollatasi finalmente di dosso l’etichetta di Bond Girl, affibbiatale per “La morte può attendere“. L’interpretazione della bellissima attrice britannica è come un fulmine a ciel sereno: esplosiva, vendicativa e, per chi avesse avuto il piacere di ascoltarla senza doppiaggio, magnetica.
Per lei è la prima nomination ai Golden Globe.

Jennifer Aniston – Cake

Jennifer Aniston Cake

Jennifer Aniston con “Film Drammatico” forma quasi un ossimoro. Difatti, la bionda Jennifer ci aveva abituato a ruoli molto comici, recitati, appunto, in commedie. Eppure, l’interpretazione drammatica della Aniston non è per niente inadeguata in un dramma. Anzi, l’attrice ha saputo reinventarsi e, con Cake, ha conosciuto la “metamorfosi”.
Interpreta una donna sopravvissuta a un terribile incidente, che non può vivere senza antidolorifici. Per questo, nel film la vediamo totalmente struccata, piena di cicatrici e profondamente depressa.
Per lei è la seconda nomination ai Golden Globe, 12 anni dopo la sua prima nomina (in ambito televisivo) per l’interpretazione in Friends.

Felicity Jones – La teoria del tutto

Felicity Jones - La teoria del tutto

Dopo la prima già citata sorpresa, Rosamund Pike, ecco la seconda, Felicity Jones. Quest’ultima è stata nominata ai Golden Globe per l’interpretazione di Jane Hawking in “La Teoria del Tutto”.
La ragazza interpreta la moglie del più celebre Stephen Hawking, interpretato da Eddie Redmayne. I due, inoltre, sono entrambi candidati al Globo. Non si esclude una double nomination anche agli Oscar.
Per la Jones è la prima nomination ai Golden Globe.

Reese Witherspoon – Wild

Reese Witherspoon - Wild

Reese Witherspoon, l’unico premio Oscar della cinquina, chiude il gruppo delle nomination. Dopo un periodo (piuttosto lungo) in cui la bionda attrice dava l’impressione di lavorare sempre per il minimo sindacale e, per di più, in film non così brillanti, finalmente torna, e lo fa in grande stile, con Wild.
In questo film, diretto da Jean-Marc Vallée, Cheryl, dopo una serie di infiniti traumi familiari, decide di intraprendere un viaggio in solitaria attraverso gli Stati Uniti d’America, alla ricerca di se stessa.
L’attrice si è così impersonificata nel personaggio che, effettivamente, ha ritrovato se stessa ed è tornata quella di Quando l’amore brucia l’anima.

In base a queste considerazioni sulle cinque candidate, il pronostico di Blog di Cultura sulla vittoria finale ai Golden Globe 2015 – nella categoria miglior attrice protagonista (Drama) – è questo:

La Favorita: Julianne Moore
Non sorprenderebbe: Rosamund Pike
L’outsider: Felicity Jones

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here