CONDIVIDI
fortnite darkness

Fortnite continua a mietere numeri impressionanti ed ecco che Epic Games non tira i remi in barca e ci presenta l’ennesimo aggiornamento. Questa volta la supertrama che circonda le sfide Battle Royale e le variazioni della mappa di gioco potrebbe prendere una piega davvero interessante. A quanto pare infatti dopo una serie di sconvolgimenti cosmici che hanno visto protagonista l’ambiente di gioco, qualcosa di terrificante sta arrivando, forse in occasione di Halloween.

L’aggiornamento 6.0 di Fortnite è ufficialmente disponibile, e con l’aggiornamento si passa al regno dell’oscurità. Epic Games ha infatti già mostrato alcune delle skin e dei costumi acquistabili, ispirati ovviamente al mondo dell’orrore, oltre  rivisitazioni dark di favole come cappuccetto rosso.

La Stagione 6 si attiverà in automatico semplicemente aggiornando il titolo (cosa necessaria per giocare dato che si tratta di un prodotto online).

Ancora non è chiaro cosa questa oscurità comporti e se ci siano sorprese e modalità speciali, magari con una impronta coop. Di sicuro però verranno introdotti i cuccioli, fedeli compagni dei giocatori, inoltre le Sponde del Saccheggio non saranno più le stesse, dato che la casa principale adesso vola, sospesa nel cielo da uno strano potere.

Si aggiunge inoltre la possibilità di lanciare pomodori contro gli avversari. Una serie di strane novità che vedranno inoltre meccaniche nuove legate proprio all’oscurità.

Proprio quando pensavamo che Fortnite sarebbe rimasto più o meno lo stesso, salvo eventi e stranezze qua e là, Epic rincara la dose che ha reso il suo prodotto così famoso, ed eccoci di nuovo in attesa di tornare sulla mitica mappa Battle Royale e scoprirne tutti i segreti, in attesa dell’ennesimo stravolgimento che arriverà inevitabilmente.

Pare che la causa di tutto sia il misterioso cubo apparso nella scorsa stagione, ma da dove vengono tutti i mostri che abbiamo visto tra skin e costumi? Lo scopriremo molto presto.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here