CONDIVIDI
spread

 

Per il trader è possibile fare investimenti nel Forex da oltre 20 anni. In effetti però il maggiore impulso a questo settore si è avuto negli ultimi anni, grazie all’ampia diffusione di internet in tutto il mondo. Oggi i broker che offrono asset nel Forex sono numerosi, alcuni completamente dedicati a questo tipo di mercato. La scelta, soprattutto per chi è alle prime armi, può essere ardua, vista l’ampia offerta. Per altro leggendo le pubblicità dei singoli broker non è facile capire i punti di forza e i difetti di ognuno di essi.

Fidarsi delle recensioni
Molti trader alle prime armi preferiscono scegliere il broker affidandosi alle recensioni disponibili in rete. Del resto visto che le proposte sono numerose e che non è facile confrontarle tra di loro, attraverso le recensioni di esperti del settore si comprende meglio quali siano le caratteristiche di ogni singola offerta. Ad esempio le recensioni su ForexTB permettono anche a chi non ha mai investito nel Forex di capire quali siano le più interessanti peculiarità di questo singolo broker.

L’importante è che sia sicuro e affidabile
Il primo passo da compiere per scegliere un broker Forex su cui attivare il proprio account riguarda un’importante caratteristica. Solo i broker che sono autorizzati da un organismo di controllo ci permettono di investire in totale sicurezza. Gli organismi di controllo sono la Consob, in primis, ma anche qualsiasi altro ente simile, come ad esempio il Cysec di Cipro. Conviene infatti sapere che qualsiasi società che sia autorizzata ad operare in un singolo Stato europeo, lo è automaticamente anche in tutti gli altri. Per ottenere tali autorizzazioni è necessario che la società di gestione del singolo sito dimostri di avere un capitale di una certa consistenza, di essere affidabile e di pagare i propri conti entro i termini previsti dalla legge.

La piattaforma di trading
Un altro elemento importante da valutare è la piattaforma di trading offerta dal broker. Si tratta in pratica dell’interfaccia del sito, quello che utilizzeremo quotidianamente per le nostre speculazioni. Se tale interfaccia è lacunosa, troppo complessa o difficile da utilizzare, chiaramente questo sarà un ostacolo all’attività quotidiana del trader. La facilità di utilizzo e la complessità sono per altro concetti abbastanza personali; per questo motivo il singolo sito può essere più o meno interessante per il singolo trader. Non si può quindi indicare con facilità una piattaforma di trading migliore rispetto a tutte le altre, in senso assoluto.

I servizi aggiuntivi
Per valutare se il sito di un broker è effettivamente quello che fa per noi è importante anche considerare quali siano i servizi aggiuntivi disponibili. Per molti trader alle prime armi è fondamentale avere a disposizione i consigli di un consulente, oppure dei corsi e dei tutorial, che gli insegnino a fare trading in modo corretto e remunerativo. Il trader esperto invece potrebbe prediligere il broker che offre segnali di trading, bonus sui grandi investimenti, una leva finanziaria particolarmente elevata e così via. Anche in questo caso quindi i servizi offerti sono più o meno utili a seconda delle esigenze del singolo trader.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here