CONDIVIDI
fake news facebook

Sotto assalto su diversi fronti, la piattaforma di Zuckerberg cerca di arginare il fenomeno delle fake news, proponendo un (dubbio) sistema di valutazione che andrà direttamente nelle mani degli utenti.

Ecco che anche in italia sarà possibile valutare la conoscenza e l’affidabilità delle testate giornalistiche.

Il sondaggio con due domande era già stato lanciato negli USA.

“come parte dello sforzo continuo per assicurarsi che le notizie che le persone vedono su Facebook siano di alta qualità e per dare priorità, nel NewsFeed, alle notizie affidabili, informative e locali”, ha spiegato Facebook,”Si tratta di un’analisi preliminare per valutare la possibilità di portare in Italia questo cambiamento nel flusso delle notizie”.

Le domande saranno online da questa serata e compariranno sulla home degli utenti.

“Questo particolare aggiornamento è focalizzato sul dare più visibilità alle notizie provenienti da fonti attendibili, ovvero fonti che sono ritenute affidabili da una molteplicità di persone nella community, quindi anche da coloro che non le seguono direttamente. Si tratta di un’analisi preliminare per valutare la possibilità di portare in Italia questo cambiamento nel NewsFeed”.

Naturalmente già sorgono i primi dubbi, conoscendo la natura del web, ci troveremo probabilmente con testate martoriate dagli utenti e con realtà invece ingiustamente promosse.

Lasciare la valutazione dell’affidabilità di un sistema di informazione a una realtà assolutamente influenzabile, anche semplicemente pagando gli utenti per dare un giudizio positivo, sembra una mossa abbastanza deludente da parte di un social che sembra incapace di gestire ciò che ha creato.

Dopo lo scandalo sulla diffusione dei dati utente, Facebook torna quindi sulle fake news, lo fa però in modo piuttosto blando andando forse a creare un sistema ancora più falsificabile e poco attendibile di quello attualmente in funzione.

Non resta che vedere cosa ne penseranno gli utenti e come reagirà il mondo politico a questo tentativo di ripulire l’informazione.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here