CONDIVIDI
exodus

Exodus – Dei e re è il film “evento” maggiormente atteso per la programmazione autunnale di Sky. Il progetto, kolossal a livello mondiale, di Ridley Scott arriva in prima visione su Sky Cinema 1 e contemporaneamente su Sky 3D il 23 novembre alle 21,15. L’imponente e attesa pellicola verrà trasmessa anche su Sky Cinema Hits alle 21,40. Fanno parte del cast di questa moderna rilettura epica tratta dall’Esodo Joel Edgerton, che interpreta il faraone Ramses II, Ben Kingsley e Aaron Paul. Troviamo anche nomi come John Turturro, Sigourney Weaver, Maria Valverde e Hiam Abbas.

Il regista Scott, affermando di mantenere intatta e senza cambiamenti la storia biblica dell’Esodo di Mosè, dichiara che la manifestazione di Dio è affidata ad un bambino di soli 11 anni, il britannico Isaac Andrews. Exodus, ambientato nel 1300 a.C, racconta la storia ai tempi di Mosè bambino destinato a morire, piccolo fanciullo in balia delle acque, tratto in salvo e cresciuto dai suoi stessi nemici. Destinato a grandi cose, Mosè diventa generale a palazzo del Faraone, re che lo ama più del figlio naturale.

exodus

Il giovane scopre però di appartenere al popolo ebreo, reso schiavo dalla famiglia che lo ha cresciuto. La vicenda si complica quando, esiliato, Dio lo investe ufficialmente come suo “guerriero”, mostrandosi sotto le sembianze di un roveto ardente e ordinandogli di trarre in salvo il suo popolo e condurlo verso la Terra Promessa. Rivoluzionario e determinato ma anche inquieto e fiero, il Mosè di Scott convince il Faraone a lasciar partire il suo popolo con l’aiuto divino delle dieci piaghe: l’ira divina si abbatte sull’Egitto, risparmiando il suo popolo.

Terribili sorprese attendono gli egizi, fino alla decisiva piaga: la morte dei primogeniti maschi. La fuga, il passaggio che si apre nel Mar Rosso per far passare Mosé e il suo popolo, la consegna delle Tavole della Legge e il lungo viaggio intrapreso con l’Arca vengono affrontati da Ridley Scott e altri sceneggiatori, tra cui il premio Oscar Steven Zaillian, in modo eccellente e davvero interessante.

exodus

Exodus non ritrae l’ennesima rilettura del racconto biblico di Mosè ma affronta il tema con attualità, innovazione e originalità. “Mi ha attirato del progetto il respiro epico del racconto con Mosè che per me è l’incarnazione della lotta per la libertà, una storia che resta rilevante anche legata all’oggi”. Ha dichiarato Scott, creatore e ideatore di sorprendenti trucchi e tecniche teatrali, nonché effetti speciali.

Le scene di battaglie e di combattimenti, di coccodrilli e locuste, di fiumi di sangue e corse di cavalli che corrono verso le fiamme o vengono travolti dalle acque sono state rappresentate con la giusta dose di impatto visivo, abilità creativa ed effetto spettacolare. Non è solo sceneggiatura, ma anche approccio delicato e singolare nel trattare questioni legate alla religione senza scatenare polemiche in tempi reali così delicati. Nessuna sorpresa, dunque, se Exodus è già stato definito un dei film dell’anno.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here