CONDIVIDI
Emis Killa Twitter

“Vado in palestra a boxare un po’. Almeno mi mantengo in forma e le ragazzine delle medie dicono che sono figo. Così mi comprano i dischi e io mi arricchisco un sacco. Alla faccia vostra. Sempre meglio che fare lo stupido utente social. Grazie ragazzine delle medie”. Questa è solo una delle tante sparate che hanno visto protagonista Emis Killa sui suoi social

“Sono intollerante perché la tolleranza è la madre dei fannulloni, gli invidiosi, gli approfittatori, gli invadenti, gli idioti, i maleducati, gli ipocriti, e via dicendo. Tollerante un *****. Io vi mortifico“.

I suoi social sono tempestati di aggressività, frasi che non risparmiano nessuno e che propina a tutte le ore dalla fine dell’anno.

“**** ne sanno della vita sti “giovani Holden”
Tocca anche ai laureati con i quali Killa se la prende in particolare:
“Portatemi un qualsiasi laureato in disaccordo con le mie opinioni lo faccio a pezzi con la mia terza media. Se sei stupido e laureato diventi uno stupido colto. Quindi hai più strade per dimostrare quando sei stupido”
Non mancano commenti come questo:
“Sono a letto con l’influenza. Probabilmente la KanyeWestite. Sono un genio. Sono dio”.
Ancora, prendendosela probabilmente col mondo trap e con i veri ragazzi che imitano le star del settore:
“Non fatevi le foto coi pezzi da 50 in mano se vivete ancora coi vostri”.
Poi un commento piuttosto interessante:
“A me il rap italiano fa schifo”.
Sembra davvero implacabile l’ira di Killa, tanto da aver fatto pensare a qualcuno che il suo profilo fosse stato hackerato.
Ed ecco uno dei più belli che è stato riportato addirittura da una rubrica di Il Fatto Quotidiano;
I miei tweet cambieranno il mondo. Io influenzo davvero la gente perché ho la verità in bocca. Tu che ti definisci l’influencer invece sei un C*****e.”
Prendiamo atto dell’opinione di Killa, chi sa che cosa ci riserverà nelle prossime ore.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here