CONDIVIDI

Il Covid si trasmette per via aerea? C’è poco da domandarsi o su cui riflettere ancora, perché ben 239 scienziati di 32 Paesi differenti sono d’accordo sulla risposta, che è sì. Il Coronavirus infatti, o meglio le goccioline infette attraverso le quali si trasmette, viaggia anche nell’aria e molto di più di quanto si pensasse. Attenzione però a non fraintendere queste parole, anche perché gli esperti sottolineano che le goccioline non sono in grado di viaggiare a km di distanza, ma semplicemente che quelle più piccole possono rimanere nell’aria molto più a lungo di quelle pesanti. Per questo, occorrono mascherine e distanze.

 

Il Covid si trasmette per via aerea: ecco la risposta

 

Il Covid si trasmette per via aerea? Sì. Ormai non ci sono più dubbi: mentre all’inizio, con i primi studi effettuati sull’aria si era stimato che le goccioline infette non potessero rimanere a lungo nell’aria, ora invece si dice il contrario. Per essere precisi, ben 239 scienziati sono concordi nel dichiarare che le goccioline infette cadono in fretta al suolo solo se sono pesanti, mentre le altre no. Queste ultime infatti sono in grado di viaggiare di più e quindi di essere inalate da chi si trova nelle vicinanze della persona contagiata. A tal fine, è di fondamentale importanza indossare mascherina e anche mantenere le distanze.

 

La lettera degli scienziati all’Organizzazione Mondiale della Sanità

 

Per adesso i 239 scienziati, che fanno parte di ben 32 nazioni diverse, hanno redatto una lettera all’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, per avvertire della loro scoperta. Molti altri esperti sostengono che di questo virus si conosce ancora ben poco e in effetti tutte queste smentite, queste scoperte, queste novità, dimostrano che sembra proprio essere così. Molti dubbi ancora sulla sua provenienza, anche se alcune case farmaceutiche dichiarano che entro fine anno sarà presente il vaccino. Per adesso intanto si spera che gli studiosi riescano a trovarne uno nel più breve tempo possibile, in modo che questa pandemia abbia fine.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here