CONDIVIDI

Il Coronavirus ha purtroppo velocizzato la diffusione dei contagi, i quali sono aumentati di parecchio proprio negli ultimi giorni. Secondo i dati statistici, si sono raggiunti ormai i livelli di maggio, con picchi che toccano i numeri di aprile. Per arginare il problema c’è anche la corsa in atto per il vaccino, seguita da diversi Paesi nel mondo. Il punto è che non c’è una certezza sulla data in cui potranno essere diffusi e per ora non c’è certezza sulla loro efficacia. In Italia intanto sono comunicate le prime chiusure, come quelle di tutte le discoteche e delle sale da ballo.

 

Coronavirus: i nuovi numeri e le novità

 

Il Coronavirus in Italia non si è mai fermato, ma i numeri dei contagi si erano ridotti fino ad arrivare ad un centinaio al giorno. Da lì, purtroppo nelle ultime settimane sono nuovamente aumentati, fino a raggiungere i 900 casi giornalieri in media. Ulteriore problema riguarda il fatto della carica virale, che sebbene sembrerebbe essere meno accentuata, tuttavia il Covid sembrerebbe essere più contagioso. In più ci sono sempre più asintomatici ed è proprio la mancanza di sintomi che non spinge le persone ad effettuare il test, cosa che potrebbe provocare ulteriori contagi. Intanto nel mondo c’è la corsa per i vaccini.

 

Le promesse sui vaccini

 

Le ultime novità sui vaccini riguardano soprattutto la Cina, dato che ora anche questa nazione ha dichiarato di averne uno. Nel frattempo gli USA dichiarano che il loro rimedio sarà disponibile già a partire da ottobre, mentre l’OMS sostiene che non c’è certezza su alcuno dei vaccini in via di sperimentazione. Chi afferma che ci vorranno 2 anni, chi invece sostiene che si dovrà convivere con la pandemia. Per ora almeno l’unica cosa positiva sembrerebbe che le terapie intensive non si stiano riempiendo come durante l’emergenza, nonostante i casi siano comunque numerosi.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here