CONDIVIDI

Il Coronavirus non è stato ancora debellato e la comunità scientifica si sta letteralmente scindendo. Da una parte c’è chi sostiene che ormai l’emergenza sia finita, dall’altra invece chi dichiara che il Covid-19 sia esattamente come la spagnola. Proprio su questo molti esperti hanno anche dichiarato che dato che il nuovo virus si sta “comportando” esattamente come la vecchia febbre spagnola, tutto era previsto e si stanno avverando le ipotesi che erano state delineate, riguardo l’andamento dell’epidemia. Sebbene questo dovrebbe far ben sperare, in realtà si teme la cosiddetta “seconda ondata”, anche perché la spagnola ne ebbe ben 3, che fecero migliaia di morti.

 

Coronavirus: “si sta comportando come avevamo ipotizzato”

 

Il Coronavirus ha rallentato la sua diffusione, ma gli scienziati sono divisi. “Si sta comportando come avevamo ipotizzato”: sono queste le parole di Ranieri Guerra, direttore aggiunto dell’Oms. Tali parole fanno sperare che la situazione sia sotto controllo, ma altri esperti dichiarano che l’epidemia di Covid sia uguale a quella della spagnola. Quest’ultima infatti sembrava scomparsa durante l’estate, per riprendere poi in modo violento a settembre e ottobre. Si teme infatti che anche il Coronavirus possa fare così. Per questo è molto importante il pieno rispetto delle regole, al fine di far scendere a zero la curva dei contagi.

 

Le altre opinioni degli scienziati

 

Secondo molti studiosi, anche se il virus ora sembra essere più debole, tuttavia è molto importante che i positivi evitino qualsiasi tipo di contatto, in modo da evitare di diffondere il Coronavirus. Oltre a questo, ci sono anche alcuni esperti che sostengono che ormai l’emergenza sia finita e che questo possa essere dimostrato dai ricoveri nelle terapie intensive, pari a zero. Insomma, nonostante i pareri discordi di diversi scienziati e nonostante la continua confusione, l’ideale sarebbe continuare a rispettare le regole e le misure di sicurezza, proprio per evitare che il Coronavirus faccia la “seconda ondata”, come fece la spagnola.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here