CONDIVIDI

Martedì 13 maggio ha avuto inizio il nuovo programma televisivo condotto dal noto presentatore Piero Chiambretti. Come si intuisce dal nome, Chiambretti Supermarket, il format è impostato come una sorta di discount televisivo, difatti durante il corso della puntata vengono messi in vendita i “casi humani”, individui che, sulla falsa riga dei concorrenti di programmi come Italia’s Got Talent o la cara vecchia Corrida, mostrano le proprie capacità ed abilità. Giudice e rigoroso valutatore è il nostro amato Cristiano Malgioglio, il quale, circondato da una scenografia un po’ naïf, propina valutazione e apprezzando (o deprezzendo) i vari umani in vetrina.

Tra i personaggi ospitati durante queste prime puntate, in studio o via collegamento, si possono elencare Ciro Immobile, centravanti del Torino, nonché capocannoniere della Serie A e probabilissimo convocato per gli imminenti Mondiali di calcio in Brasile. Di seguito ha fatto ingresso in studio il rapper italiano Caparezza, il quale ha parlato del proprio percorso musicale e dell’ultimo album prodotto, di cui viene mandato in onda il videoclip di un singolo estratto dall’album medesimo.

Da rilevare il divertente siparietto sorto tra Malgioglio e il maestro Bacchetti al pianoforte, reo di non esser riuscito a trovare l’accompagnamento adatto per il cantautore siciliano, intenzionato a cantare Malafemmina. Impresa che si compirà nella seconda puntata.
Infine, la presenza forse più attesa è stata quella di Belen Rodrguez la quale dopo aver letto le ultime cinque righe di Delitto e Castigo si è esibita in una delle sue solite (e poco esaltanti) performance di ballo.

Nelle seguenti puntate da ricordare l’intervista a Mattia Perin, altro calciatore della Serie A in forza al Genoa come portiere titolare, cui ha fatto seguito la presentazione del libro “Supermarket porno” scritto dall’attrice semisconosciuta Sabrina Paravacini (qualcuno la ricorderà per il ruolo di Gessica nella sit-com Un medico in famiglia), la quale dichiarà di voler sfatare, attraverso la narrazione piuttosto spinta del proprio romanzo, il tabù del sesso, questo a sua detta troppo spesso vissuto in assenza di libertà.
Ospite d’onore è il rapper italiano Fedez, il quale, tra la diffidenza del maestro Bacchetti, un po’ troppo pretestuosamente, come la “versione 2.0 dei vecchi cantautori italiani”. Invero, non sarebbe del tutto immediato l’accostamento dei suoi testi a quelli di artisti come De Andrè, Battisti o Vecchioni.

Momento “toccante” è stato quello in cui sono state proiettate le parti salienti della missiva spedita al conduttore da Fabrizio Corona, attualmente detenuto presso il carcere di massima sicurezza di Opera. Lo stesso, Enrico Mentana, in collegamento da Roma ha in seguito preso le parti di Corona affermando l’eccessiva condanna assegnata al re dei paparazzi.
Infine, è stata effettuata la dal festival del cinema Cannes, del quale uno dei film più attesi (seppur fuori concorso) è stato sicuramente “Grace di Monaco”, pellicola basata sulla vita della principessa di Monaco, Grace Kelly. Il lungometraggio si dice abbia avuto un’accoglienza piuttosto fredda, contornata addirittura da qualche fischio.

Ritornando al programma, per il resto si aggiungono le “telepromozioni” degli stessi ballerini del Chiambretti Supermarket, nonché gli interventi dei vari personaggini assoldati dal presentatore torinese e che poco aggiungono al contenuto di una trasmissione non facilmente inquadrabile né del tutto convincente se non in termini di quel messaggio sociale che raffigura la televisione quale grande mercato del trash.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here