CONDIVIDI

L’artista e il disegnatore Saint Hoax in una nuova campagna animalista decide di ritrarre alcuni famosi animali protagonisti dei tanto amati film Disney scuoiati per denunciare il traffico di pellicce. Ad esempio il “figlio” di Mufasa, il piccolo Simba, il protagonista del film d’animazione Il Re Leone, con gli indimenticabili Timon e Pumba, il dolce Bambi, un cagnolino dalmata della numerosa famiglia de La Carica dei 101, e tanti altri animali della Disney, a cui siamo tutti affezionati, vengono ritratti scuoiati. Sono i nuovi soggetti della campagna dell’artista mediorientale Saint Hoax che combatte il commercio di pellicce animali.

Queste immagini sono raggruppate in una specie di raccolta dal titolo “Furry Tale Gone Bad” e sotto ogni ritratto-personaggio è riportata la frase “Animals are beaten, electrocuted or even skinned alive for their fur. Boycott fur”, che viene tradotta in italiano con il significato di “Gli animali vengono picchiati, fulminati o anche scuoiati vivi per la loro pelliccia. Boicotta le pellicce”.

Saint Hoax è un artista a tutto tondo, non si conosce la sua identità ma si conoscono le sue intenzioni. Ha realizzato grazie anche alla sua abilità di disegnatore numerose campagne in cui sostiene forti messaggi ideologici e sociali con protagonisti personaggi della Disney, come la campagna Princest Diaries contro gli abusi sessuali all’interno della famiglia o Happy Never After contro la violenza e la sopraffazione sulle donne per sensibilizzare tutti, in particolare chi ama i suoi disegni.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here