CONDIVIDI

Le cartucce Switch servono per giocare con questa fantastica consolle ideata dalla Nintendo. I giochi tra i quali poter scegliere sono davvero tantissimi, ma non tutti conoscono un elemento particolare che le contraddistingue. Quest’ultimo è stato ideato dalla casa produttrice, al fine di far evitare ai bambini o animali di mettere in bocca queste piccole parti. Si tratta di una soluzione a dir poco geniale, che tra l’altro funziona realmente.

 

Cartucce Switch: ecco cosa ha inventato la Nintendo

 

Le cartucce Switch servono per giocare con quella che negli ultimi tempi è diventata la consolle più amata dai videogiocatori: la Switch, appunto. Sebbene esistano appassionati in tutto il mondo, non tutti sanno che la Nintendo ha ideato un modo perfetto per aiutare i bimbi piccoli a fare attenzione. Questi ultimi infatti, magari per gioco, rischiano spesso di mettere tutto in bocca e le cartucce sono piccole, quindi pericolose. Per evitare rischi, questi elementi hanno un sapore molto aspro.

In questo modo, non appena il bambino prova a metterle in bocca, una sensazione di acidità assale la sua lingua. Tutto ciò lo costringerà a sputare immediatamente l’oggetto, evitando così episodi spiacevoli. Questi ultimi possono essere evitati anche ad animali, che inconsapevolmente potrebbero ingoiare la cartuccia.

 

Il sapore aspro e le opinioni contrastanti

 

Il punto è che questa non è solo una diceria, anche perché la Nintendo ha realmente scelto un materiale particolare, il benzoato di denatonio. Quest’ultimo sembrerebbe essere la causa del sapore aspro. Oltre a questo, è bene specificare che numerosi esperti hanno provato ad “assaggiare” realmente le cartucce, dimostrando la differenza di sapore con le altre.

Altri però continuano ad insistere, sostenendo che tale asprezza è presente anche in altre cartucce di videogiochi, non solo in quelle della Nintendo Switch. In ogni caso, il fatto del sapore aspro rimane un ottimo rimedio per evitare che si verifichino brutti episodi, soprattutto in presenza di bambini e animali.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here