CONDIVIDI
stan lee spiderman

Stanley Martin Lieber nato il 28 dicembre del 1922 a Manhattan, New York. è morto ieri. Conosciuto al mondo come Stan Lee, l’autore di fumetti, dietro ad alcuni dei personaggi iconici del mondo Marvel creati da Lee assieme ad altri autori si è spento, diventando definitivamente una leggenda del fumetto americano.

E’ il 1961 quando Lee, inizia a lavorare per la Magazine Management Company di Martin Goodman, figura fondamentale del fumetto USA.

La Timely Comics di Goodman era una delle case più quotate degli anni ’40: con personaggi come Capitan America, le testate della casa editrice uscivano con una tiratura media di mezzo milione di copie.

Finita la guerra arriva un periodo di crisi, che vede anche la nascita dell’agguerrita DC Comics che sfoggia personaggi indimenticabili come Batman.

Ed è proprio nel 1961 che Lee e il disegnatore Jack Kirby (già coautore di Capitan America) danno vita ai Fantastici 4. Un successo straordinario, sull’onda del quale arriva anche Spider-Man. Inizia così una andirivieni di super eroi che daranno vita a quell’universo Marvel che ancora infiamma gli appassionati e propone film annuali.

Una serie di personaggi profondi e complessi, la cui storia è stata animata e resa viva da decine di scrittori e disegnatori. Tra questi Lee, considerato un padre spirituale, e a volte erroneamente confuso come l’unico creatore di tutti questi personaggi.

Stan Lee era una vera e propria rockstar del fumetto, la sua dipartita lascia uno spazio vuoto in una realtà che fatica a rinnovarsi e che sembra ferma a quegli anni 60 che videro nascere le grandi leggende.

Certo le storie sono state riproposte in ogni salsa, rese più mature, i personaggi più drammatici e sfaccettati. Ma con la morte di Lee, sarebbe bello vedere nascere anche qualcosa di nuovo, un nuovo Stan Lee magari, in grado di far nascere nuovi e fantastici eroi che ricorderemo per secoli.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here