CONDIVIDI
Asia Argento

Asia Argento non gradisce affatto le accuse di Morgan fatte nel corso della trasmissione Non è la D’Urso.

Arrivano così una serie di smentite che vanno a colpire i più svariati ambiti, senza dimenticare il caso Weinstein:

“È lui che non riesce proprio a tenere distinto il piano economico, i soldi, da quello affettivo e familiare”. Spiega La Argento dicendo la sua a lanciando una stoccata a Morgan:

“Spero che sia stato pagato bene per dire quelle menzogne e per fare l’ennesima figura con Anna-Lou”.

La versione di Asia Argento è ben differente da quella raccontata da Morgan.

Non sappiamo chi dei due abbia ragione, di sicuro però lo scontro è davvero duro:

“Per circa 2 anni e mezzo, dal 2002 al 2004, ho vissuto e lavorato a Los Angeles, da sola con nostra figlia. Morgan per diverse ragioni, anche professionali, non è venuto con noi a Los Angeles e non vi ha mai vissuto. Ci ha raggiunto sì e no due o tre volte nell’intero periodo, pagandogli io le spese di viaggio affinché vedesse Anna-Lou, e sempre per pochi giorni”.

Poi Asia commenta la questione Weinstein spiegando di non averlo mai visto in quel periodo e soprattutto di non avere alcuna intenzione di incontrarlo né adesso né mai.

“Non ho mai incontrato Weinstein mentre Marco era a Los Angeles e lui ha sempre saputo benissimo, fin da quando ci siamo conosciuti, della violenza sessuale che avevo subito e cosa pensavo di quell’uomo”.

Secondo Asia Morgan non paga da anni un solo euro per la figlia e non viene mai a trovarla.

Morgan non sarebbe passato dalla famiglia nemmeno nel periodo in cui lavorava a Roma o durante contratti importanti come quello di X Factor che presumevano una buona situazione economica.

Proprio per questo la Argento lo avrebbe denunciato.
“Umanamente mi dispiace per Marco, ma la casa non gliel’ho tolta io”, continua Asia raccontando la situazione di Morgan: “L’ha persa lui quando ha deciso di ignorare totalmente i suoi doveri nei confronti di nostra figlia e di accumulare debiti con banche, fisco e creditori vari. Ritenermi responsabile di avergli tolto la casa, di averlo messo in mezzo alla strada, è un buon motivo per avercela con me? Probabilmente sì, come ho avuto modo di constatare con profonda tristezza ieri durante la trasmissione di Barbara d’Urso, in cui ha detto una serie incredibile di bugie e di calunnie di una cattiveria inaudita nei miei confronti: su me e Weinstein, sulla sincerità delle mie lacrime della settimana prima, sempre nella stessa trasmissione, e soprattutto su nostra figlia e sui motivi per cui è stato assente come padre durante tutta la sua vita”.

Una rottura praticamente definitiva quella di Non è la D’Urso che va ad inasprire ulteriormente una rapporto già molto difficile.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here