CONDIVIDI
auto elettrica russa kalashnikov

Una sorpresa quella della casa produttrice del celebre AK 47 che ha annunciato l’arrivo della sua personale auto elettrica in diretta concorrenza a Tesla. Kalashnikov, presente all’international Military Technical Forum “Army 2018” di Mosca, ha lasciato tutti a bocca aperta presentando il suo mezzo anti-Tesla alla fiera di armi che ogni anno si tiene nella Russia di Putin.

Il progetto è chiaro, sfidare il progetto di Elon Musk, che non se la passa in realtà benissimo e che potrebbe vedere l’avvento di una vera avversaria come un pericolo serio.

Il progetto è quello di dedicarsi a una produzione che garantisca una “zero emission” totale, elemento che dimostra gli intenti della federazione russa di dar vita a un sistema più sostenibile, e salvaguardare l’ambiente dato che i livelli di polluzione sono elevatissimi anche nella terra degli Zar. Arriva così un mezzo dal design particolare che si distacca notevolmente dalla Tesla e si mostra in uno stile estremamente sovietico, una sorta di prodotto che potevano immaginare gli autori di fantascienza degli anni 50, e che potrebbe catturare l’occhio degli acquirenti proprio per la sua unicità.

I prodotti alimentati con batterie elettriche si muoveranno anche nell’ambito militare, è il civile però l’obiettivo principale di Kalashnikov che spiega poi: “Stiamo sviluppando un nostro concetto di supercar elettrica attraverso sistemi originali creati dal nostro Gruppo: una tecnologia che ci permetterà di competere con i principali produttori mondiali di auto elettriche, come Tesla”.

La concept CV-1 in esposizione a Mosca potrebbe quindi essere una sorta di primo tentativo per avvicinarsi a questo nuovo mercato che pare sempre più promettente e necessariamente il futuro, datele problematiche legate a cambiamento climatico e emissioni di gas nell’aria che stanno generando problemi su problemi a livello mondiale.

Il design da futuro retrò è un elemento che speriamo sarà mantenuto anche nella forma finale del mezzo, data la sua particolarità e quel senso di novità che la pervade.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here