CONDIVIDI
account hackerato siti web

L’allarme arriva dalla Polizia Postale che ha scoperto recentemente una ondata di spamming estorsivo, una vera e propria truffa con tanto di estorsione di denaro e di riscatti in alcuni casi pagati dai malcapitati utenti. “L’utente riceve una mail – si spiega il corpo di polizia in una nota – nella quale lo si informa che il suo account sarebbe stato hackerato attraverso un virus mentre venivano visitati siti per adulti; da qui la minaccia di divulgare a tutti il tipo di sito visitato e la conseguente richiesta di denaro in criptovaluta“. L’invito della polizia è quello di non pagare per nessun motivo il riscatto. La minaccia è infatti totalmente infondata e creata ad hoc per ottenere denaro semplicemente inviando una mail. E’ opera di criminali informatici probabilmente localizzati fuori dall’Europa.

“Nulla di tutto ciò è reale”, tranquillizza la polizia “un’invenzione elaborata al solo scopo di intimorirci ed indurci a pagare una somma illecita”.

La minaccia è infatti “tecnicamente impossibile”. “Non è possibile che chiunque, pur se entrato abusivamente nella nostra casella di posta, abbia potuto installare un virus in grado di assumere il controllo del nostro dispositivo, attivando la webcam o rubando i nostri dati”.

E’ importante quindi non pagare assolutamente nessun tipo di riscatto. Proteggere l’email e cambiare eventualmente password per essere sicuri che non ci sia una violazione almeno a livello di account. La trovata è una vera e propria truffa che minaccia gli utenti soprattutto nel timore di veder rivelate visite a siti pornografici e altri elementi del genere.

I crimini web sono in costante aumento e l’informatizzazione degli ultimi anni, ha portato a una contemporanea esplosione di truffe e estorsioni di questo tipo, basate spesso sull’ignoranza degli utenti e sulle scarse conoscenza informatiche di chi ha accesso alla rete, fonte di meraviglie ma anche di tanti inganni e problemi,

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here