CONDIVIDI
Adrian stop Mediaset

Adrian, divenuto ormai cult del trash nostrano è stato sospeso.

La serie tv di Celentano, sarebbe stata messa in pausa per problemi di salute del molleggiato, che non avrebbe la possibilità di partecipare ad aspettando Adrian.

Alcuni dubbi vengono però espressi dalla rete, che pensa a una corsa ai ripari di Mediaset, causata dai bassi ascolti e dal rischio di danneggiare economicamente la rete.

La versione ufficiale parla però di una forte influenza per la quale Adriano deve restare a casa fino a che non tornerà in forze.

Adriano Celentano, a causa di un malanno di stagione, non potrà dirigere Aspettando Adrian e Adrian – la serie per almeno due settimane, così come prescritto dai medici curanti. Durante questo periodo Aspettando Adrian e Adrian – la serie non andranno in onda“.

Il terzo episodio de l’era vista brutta sotto il punto di vista dei numeri, e Adrian: “italiano, 1,77, occhi castani, sguardo attento, bocca ripida, segni particolari: nessuno”, convinto che “non è con la violenza che si mettono a posto le cose del mondo” non ha affatto brillanto, divenuto ormai un cult del trash e una barzelletta di internet.

E’ possibile anche che la presenza di Sanremo abbia spinto ancora di più a prendere una paura da questa fallimentare operazione.

Mediaset e il Clan potrebbero però riservarci alcune sorprese.

Quando si parla di Celentano infatti, non è mai detta l’ultima parola e, nonostante la scarsa qualità del cartone animato, Adriano Celentano potrebbe regalare dei momenti particolari, specialmente negli ultimi episodi.

Staremo a vedere che cosa accadrà, nel frattempo non possiamo che augurare al molleggiato di tornare in salute al più presto.

Adrian o non Adrian, l’Italia ha bisogno di artisti del suo calibro, di fronte alla moria culturale e alla bassezza dell’intrattenimento odierno, anche Adrian può luccicare, e Celentano non possiamo far altro che perdonarlo per lo strafalcione del suo ingresso nel mondo anime.

 

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here