CONDIVIDI

Audrey Hepburn, futura promessa del mondo del cinema, faceva la sua prima comparsa in uno spettacolo teatrale. Era il 24 novembre 1951 quando al Teatro Fulton di Brodway, venne messa in scena l’opera teatrale Gigi tratta dall’omonimo romanzo della scrittrice francese Colette adattato per il teatro dalla scrittrice Anita Loos.

La commedia andò in scena per sei mesi consecutivi dando maggiore visibilità all’attrice britannica, la quale ricevette molte critiche positive. Si dice che la giovanissima Hepburn dopo aver visto il suo nome illuminato sul cartellone dello spettacolo disse: Oh, cielo. E devo ancora imparare a recitare

La trama dell’opera si incentra sulla vita una giovane donna parigina del XIX secolo, Gigi, avviata ad una carriera di cortigiana. La ragazza vive con la madre e la nonna, e prende lezioni a casa della zia. Studia quindi è di buone maniere, conversazione e relazioni personali. La famiglia ha importanti relazioni sociali, ed è grande amica del ricco playboy Gaston. Quest’ultimo è annoiato dalla propria vita e la sua unica felicità sembra essere la compagnia di Gigi e della sua famiglia. La zia Alicia decide che è giunto il tempo per Gigi del suo ingresso in società.Così dopo averla vestita per l’occasione, viene presentata a Gaston come una signorina. Lui dapprima è sbigottito dal cambiamento di Gigi, però gradualmente realizza che è attratto da lei, e la porta in città. Con il trascorrere della notte, Gaston capisce il vuoto della propria vita volendo di più. Propone a Gigi di sposarlo e lei accetterà volentieri.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here