CONDIVIDI

 

Sebbene il covid abbia portato molti italiani a scoraggiarsi davanti alla pianificazione a lungo termine delle proprie vacanze, con il passare del tempo e l’affievolirsi della crisi sanitaria le persone sono tornate a sognare e programmare i viaggi proprio come facevano un tempo. Di seguito verrà riportata un’idea originale per vivere le prossime vacanze estive in maniera indimenticabile.

 

Estate 2022 in camper – L’Italia da nord a sud

Vivere le vacanze in modalità “wild” è sicuramente uno dei modi più originali per visitare il Bel Paese e conoscerlo a fondo. Sono all’incirca 1200 i chilometri che si snodano dal nord al sud della nazione e percorrerli con un mezzo attrezzato, coibentato e dagli interni curati non ha nulla da invidiare alle classiche vacanze in hotel. L’importante però è optare per veicoli di qualità, con una vivibilità alta così da permettere sia a grandi che piccini di sentirsi liberi di giocare, leggere e muoversi in libertà. Scegliere un camper Knaus ad esempio è un’ottima strada per godere del massimo comfort, in quanto a bordo presenta optional come: localizzatore GPS, sistema di filtraggio acqua, materassi in EvoPore (ovvero capaci di evitare avvallamenti) e tetto in vetroresina anti-grandine, comodità che fanno dimenticare completamente al passeggero di essere a bordo di un veicolo su quattro ruote.

 

Vacanze estive in camper – Gli errori da non fare

Sebbene le vacanze in camper siano divertenti, liberatorie e allo stesso tempo permettano di entrare a stretto contatto con la natura, per i meno esperti potrebbero essere complicate da vivere. Ecco quindi l’esigenza di indicare qualche errore comune, da evitare, per far sì che la vacanza non diventi complicata.

 

  1. Non socializzare è il primo errore da evitare se si vuole essere dei validi camperisti. Il bello di viaggiare in un mezzo di questo tipo è proprio la possibilità di comunicare con altre persone, perfetti sconosciuti con cui scambiare consigli, pareri di viaggio e perché no, racconti sulla propria vita. Meglio optare quindi per aree di sosta condivise in caso di pernotto, così da essere certi di incontrare persone sempre nuove.
  2. Portarsi solo vestiti estivi o invernali è un altro sbaglio, in quanto viaggiare in camper significa attraversare luoghi con condizioni climatiche sempre diverse, tra borghi arroccati e paeselli in zone pianeggianti, dove lo sbalzo termico potrebbe portare il viaggiatore a sentire eccessivamente caldo o freddo. Meglio quindi organizzarsi con abbigliamento di vario tipo, in modo da vestirsi “a cipolla”.
  3. Partire senza cartine stradali o mappe è un altro errore, poiché non sempre i navigatori sono dei fedeli alleati. Basti pensare che con un piccolo problema tecnico potrebbe essere compromesso l’intero viaggio. È sempre bene quindi munirsi di punti di riferimento su carta da utilizzare in caso di emergenza.
  4. Mettersi in viaggio senza una tabella di marcia ben prestabilita potrebbe portare nervosismo durante la vacanza. Discutere sulle zone da visitare dovrebbe essere una preoccupazione da trattare prima di partire, in modo che il soggiorno scorra in maniera ben organizzata e in linea con i desideri di tutti i partecipanti.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here