CONDIVIDI
Riki Riccardo Marcuzzo

Record assoluto per Riki (Riccardo Marcuzzo), uno dei finalisti dell’ultima edizione di Amici. Il suo album Perdo le parole è il più venduto del primo semestre dell’anno.

Ad accertarlo è la FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana), che ha diffuso le classifiche di vendita relative al primo semestre del 2017. Solo dopo poche settimane dalla pubblicazione dell’EP d’esordio, Riki si piazza al primo posto superando colleghi italiani e internazionali, tra cui il suo idolo Tiziano Ferro.

Sul podio anche di J-Ax & Fedez con “Comunisti col Rolex” (secondo posto), e Mina e Adriano Celentano con l’album “Le Migliori” (terzo posto). Seguono poi “Divide” di Ed Sheeran, “Il mestiere della vita” di Tiziano Ferro e “Vasco Non Stop” di Vasco Rossi. In sesta e settima posizione troviamo “Spirit” dei Depeche Mode e “Made in Italy” di Ligabue. Chiudono la top ten Ermal Meta con “Vietato morire” e Francesco Gabbani con “Magellano”.

Riki è molto felice e orgoglioso di questo importante traguardo raggiunto, per lui è davvero un estate d’oro. Da quando ha messo piede fuori dalla scuola di Amici ha collezionato un successo dietro l’altro: ha conquistato il doppio disco di platino in un mese e poi il disco d’oro, i prossimi concerti-evento previsti a Milano e a Roma (il 15 e il 18 novembre) sono già sold out, e i suoi instore tour continuano a registrare numeri da record.

Il cantante milanese ha scritto su Facebook un lungo posto dedicato ai suoi fan, in cui ha mostrato il suo entusiasmo e fatto i suoi ringraziamenti: “Volevo scrivere a tutte le persone che mi seguono. Fa effetto essere il disco più venduto del 2017! Sono davanti a tutti i protagonisti di Sanremo, davanti ad artisti come Ed Sheeran, J-Ax e Fedez, davanti soprattutto al mio mito Tiziano Ferro. So come sarà il secondo disco e questo è solo l’inizio, quindi testa bassa e lavorare, sempre umili, felici e concentrati!”

Riki ha poi chiesto ai suoi fan di non rispondere alle provocazioni e alle critiche, e di non badare agli invidiosi, concludendo così: “Tenete a mente una cosa che mi ha insegnato Maria: per ogni persona che inizia ad odiarti ne corrispondono dieci che iniziano ad amarti. Mi raccomando! Dobbiamo distinguerci. E poi grazie, un grazie assurdo e che non finisce e non finirà mai, vi adoro”.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here