CONDIVIDI

Ieri è andata in onda, come sempre su Sky Uno, la terza puntata live di X Factor 8. La puntata, a tema dance (????), è stata inizialmente caratterizzata dall’ingresso di Vanessa Incontrada e dei 4 giudici di Italia’s Got Talent, a breve in onda sulla stessa rete.

Oltre alle esibizioni dei due super ospiti, Charli XCX e Kiesza, ieri è stata la giornata no per Victoria: Vivian e Camilla sono state le meno votate. Ad uscire è stata la conturbante Camilla, dopo il tilt invocato dai giudici.

X Factor 8, le pagelle del terzo live show

Blog di Cultura, come sempre, dà i propri voti alle performance della serata. C’è da fare una piccola premessa: su molti i voti saranno più di uno, perchè è impossibile, tante volte, fare una media tra voce meravigliosa e una presenza a dir poco nulla.

Ilaria: la ragazza toscana, molto acqua e sapone, si è dovuta cimentare con la canzone della scorsa estate, Get Lucky dei Daft Punk. La voce di Ilaria, indubbiamente, era perfetta. Ciò che non è stato per niente buono è stato l’arrangiamento, inspiegabile sin dall’inizio. Il look e la scenografia hanno appesantito la performance e questo non è positivo per Ilaria, visto che le sarebbe servita un po’ di carica. Ilaria resta ancora lì, con la sua bellissima voce, ma con poco altro. 5/6

Komminuet: i due, che la scorsa settimana hanno rischiato al ballottaggio, questa settimana, con Emerge, fanno bingo. Più che dance, sembrava un rave, ma era tutto giusto, dalla voce all’estetica. Loro hanno interpretato perfettamente e la cosa giusta è stata quella di focalizzare il tutto sulla voce importante di Francesca. 8/9

Leiner: il ragazzo perfettino questa settimana, con If I Die Tomorrow, ci ha sorpresi. E’ stata una delle poche performance veramente dance della serata e lui, per dirla alla Simona Ventura, si è sporcato un attimo le mani: si è sciolto un po’ ed è stato convincente nel ballare e cantare allo stesso tempo. Il ragazzo deve sicuramente crescere e capire anche chi lui sia musicalmente, ma questo è stato un bel passo avanti. 8 e mezzo

Emma: la pupilla scozzese di Mika, dopo averci molto emozionato la scorsa settimana, questa settimana ci delizia con Sing It Back dei Moloko. E’ stata perfetta, in assoluto la migliore della serata: la voce, l’arrangiamento, la presenza, la scenografia, tutto. Non ci sono critiche da fare: Emma è pronta ed oggi l’ha dimostrato. Poco da dire, solo un voto. 10

Vivian: La nostra preferita della scorsa settimana questa settimana fa molti passi indietro. Il suo mash-up tra Telephone e You Spin Me Round non ci ha convinti. La sua voce è buona, ma la sua personalità e le sue movenze non sono adatte a questo brano. Doveva essere esplosiva, invece è stata tutto il tempo seduta. Incommentabile l’arrangiamento, fastidioso. Nel ballottaggio stessi problemi: da applausi per il cantato, ma, visto il suo repertorio, A.A.A Personalità Cercasi. 4/5

Riccardo: Il ragazzo di Fedez, entrato in gara la scorsa settimana, è senza dubbio dotato di una timbrica e di una voce meravigliosa. Questo graffio naturale colpisce e lascia a bocca aperta. Il pezzo è adatto (Follow The Sun), però avremmo preferito qualcosa in cui Riccardo potesse aprirsi di più ed esprime la sua forza. Deve perdere un po’ di autocontrollo e lasciarsi un po’ più andare. Speriamo che la prossima volta abbia a che fare con un brano emozionale, dove potrà mettere in luce anche la sua anima. 7/8

X Factor 8, le pagelle del terzo live show

Spritz For Five: Quest’anno Morgan si dà alla sperimentazione più assoluta: dopo Bach, arriva la Quinta di Beethoven. Il risultato? Meraviglioso. Gli Spritz si riprendono dalla non brillante performance della scorsa settimana con questa, ricca di armonie, originale, davvero cool. Bellissimo l’omaggio scenografico al cinema horror. Unico dubbio: è adatto ad X Factor? Comunque bravi. 8 e mezzo

Mario: Il cantante sardo di Mika continua a non convincersi. Ottima scenografia, uno dei pochi arrangiamenti riusciti della serata (la sua canzone era Don’t Leave Me This Way) , ma è lui a non esser credibile. Poca credibilità da cantante professionista, sembrava tutta un’esibizione da karaoke o, al massimo, da crociera. 4/5

Madh: Il ragazzo, inizialmente tra quelli che non ci piacevano, ha scalato la classifica e, esibizione dopo esibizione, ci convince sempre di più. La sua versione più psichedelica di Dancing On My Own di Robyn era davvero ottima, dall’arrangiamento al look. E’ uno di quelli con una personalità più forte. 9

X Factor 8, le pagelle del terzo live show

Camilla: La ragazza di Victoria è stata davvero sfortunata ieri sera: la scelta del pezzo poteva essere anche giusta (Miss You), ma l’arrangiamento ha appesantito l’intera performance, non idoneo alla struttura del brano. La ragazza ce l’ha messa tutta, ma il risultato, seppur positivo, non le ha dato i giusti meriti. Nel ballottaggio, con Summertimes Sadness, si è ripresa alla grande. Purtroppo è stata eliminata. 6 e mezzo per la performance, 8 per il ballottaggio

Lorenzo: il favorito numero 1, detto anche Lorenzo Strawberry, per la prima volta si trova ad affrontare un pezzo lontano dal suo mondo, Sweet Nothing di Calvin Harris & Florence Welch. Le qualità sono indubbie, ma l’esibizione ha convinto pienamente solo a tratti, anche in questo caso per via dell’arrangiamento. Anche la presenza scenica non è stata il top. Che anche lui non sia perfetto? 7

Nota di demerito per la produzione: arrangiamenti pessimi. Suggeriamo anche un aggiornamento sulla musica dance.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here