CONDIVIDI

Le vacanze 2020 sono senza dubbio particolari a causa della pandemia mondiale che continua ad essere presente. Nonostante questo e nonostante i danni economici che abbia causato, questo però non significa che le persone non siano partite. Piuttosto il contrario, se si considerano le lunghe code diffuse in tutta la penisola italiana. Se la maggior parte degli italiani passa proprio nel suo Paese le ferie, alcune famiglie però sono persino partite per l’estero. La crisi economica c’è, ma senza dubbio nessuno sembra voler rinunciare ad un po’ di relax e spensieratezza.

Vacanze 2020: un vero boom

 

Le vacanze 2020 in Italia sono soprattutto nella penisola, anche perché molte famiglie hanno preferito la propria nazione all’estero. Nonostante questo e nonostante la crisi economica, c’è chi è riuscito lo stesso a non rinunciare alla partenza. Molte le famiglie in viaggio soprattutto in questo periodo, in cui si avvicina Ferragosto, ma non solo. Si tratta, da come emerge dai dati statistici, di soggiorni brevi, perché consistono soprattutto in gite di uno o massimo 3 giorni. Chi ha la seconda casa al mare o in montagna, campagna, ci si è invece proprio trasferito anche per tutto il mese. Insomma, nessuno rinuncia alle vacanze.

 

Vacanze e Covid

 

Senza dubbio un po’ di timore da parte di alcune famiglie c’è, ma basta prendere le precauzioni giuste per potersi godere la vacanza. Questo significa rispettare le distanze, evitare gli assembramenti e soprattutto mettere mascherina e igienizzarsi spesso le mani. Il boom di partenze in effetti dimostra che le persone sono sempre più bisognose di relax. Nessuno infatti vuole rinunciare ad un po’ di spensieratezza e soprattutto al fatto di staccare la spina dalla routine. Le vacanze infatti, anche minime, possono essere una vera e propria spinta per ritrovare la giusta carica per affrontare settembre, mese in cui si ricomincerà a lavorare.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here