CONDIVIDI
Il regista Tinto Brass durante la presentazione della mostra 'Tinto Brass. Uno sguardo libero', nel complesso del Vittoriano, 23 febbraio 2016, a Roma. ANSA/ CLAUDIO ONORATI

Tinto Brass, oggi 86enne, è uno dei registi più importanti della storia del cinema italiano.

Capace di fondere dramma e erotismo e di raccontare un paese in modo inedito, forte di trovate straordinarie e di una regia sopraffina.

Purtroppo Tinto Brass si trova al momento ricoverato in terapia intensiva a Roma dopo un malone.

Già anni fa, Brass aveva avuto a che fare con un ictus uscendone comunque in salute.

Tutto è iniziato con una febbre, che sembrava però un normale malanno.

“Fino a quel momento andava tutto bene”, racconta la moglie, poi il marito è iniziato a peggiorare fino a richiedere l’intervento di un’ambulanza.

“È stato un fulmine a ciel sereno, perché fino a quel momento era molto allegro e anche impegnato”.

Al momento Tinto Brass è lucido, le sue condizioni sono comunque molto difficili.

Tinto Brass e la moglie, dopo anni di legame si sono sposati con una cerimonia civile all’età di 84 anni, nella loro villa a Roma.

Per il regista le nozze sono “una felice conclusione della sua esistenza”.

Brass stava lavorando proprio in questo periodo a una nuova versione di Paprika, film erotico degli anni ‘90, avrebbe poi voluto aprire il Salon Kitty, per mostrare agli studenti quello che il nazismo ha fatto all’essere umano.

Speriamo che Tinto Brass possa farcela, la sua perdita sarebbe un lutto terribile per la cultura italiana.

Di sicuro però, Brass può vantare una vita lunga e importante.

Un personaggio capace di mantenere una coerenza alle sue opere, portando l’erotico a un livello di cinema autoriale difficilmente raggiunto da altri registi.

Brass, inoltre con il suo impegno lavorativo, può vantare la scorza di quegli storici registi italiani pronti a sfornare film dopo film, senza badare alla critica e alla massa, come accadeva nell’età dell’oro del cinema italiano, prima che iniziasse il triste declino a cui abbiamo assistito negli ultimi anni.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here